Bacheca News

Introduzione al Qigong
con
Ramon Testa
c/o Biblioteca di Tradate (VA)
en it

Newsletter

* campi richiesti

Zhítuī zuò 直腿坐 - Seduti con le gambe distese I

Mar14Giu2016

Zhítuī zuò 直腿坐 - Seduti con le gambe distese I

 

Zhítuī zuò 直腿坐 - Seduti con le gambe distese (prima parte)

tradotto dal cinese da Amanda Carloni

 

Oggi voglio parlarvi del rilassamento della vita. Potreste pensare che l’argomento sia già stato trattato a sufficienza e desiderare che passassimo a parlare delle membrane. Continuiamo ancora con il rilassamento della vita invece, perché l’anno scorso (il 2000) prima delle vacanze ho chiesto a tutti di preparare alcune annotazioni riguardo alle esperienze personali riscontrate nel corso della pratica. Devo dire che attraverso la pratica di “Seduti con le gambe distese” molti di voi hanno avuto risultati significativi, ma siamo ancora troppo lontani dall’obiettivo che ci eravamo ripromessi di raggiungere. Ho riflettuto molto sul perché: quando praticate questa posizione siete in grado di mantenerla fino a due ore, allora per quale motivo siamo ancora così lontani? Evidentemente quando vi ho insegnato non sono stato abbastanza meticoloso.

Sebbene la nostra illustrazione del metodo di stare seduti con le gambe distese per rilassare la vita sia molto più accurata rispetto alle tecniche antiche, bisogna riconoscere che nel complesso non è ancora sufficiente.

Quello che dobbiamo tenere presente adesso è che non stiamo praticando in maniera comune, ma stiamo lavorando a partire dall’interno: diciamo che il metodo di rilassamento della vita è alla base dello studio del Tàijíquán 太极拳, ma questo è anche il contenuto fondamentale della disciplina. Perciò praticare il rilassamento della vita in questo modo significa praticare a un livello più profondo. In ogni stadio della pratica del Tàijíquán 太极拳 si presta molta attenzione alla zona della vita. Vista l’importanza della questione ho approfondito nuovamente molti testi sul Tàijíquán 太极拳, che non si sono tuttavia rivelati sufficienti per permettermi di insegnarvi a praticare il rilassamento della vita in modo da trarne il massimo beneficio. Mi sono rivolto allora allo Xíngyìquán 形意拳, altra arte marziale a cui mi sono dedicato in passato: molte persone ritengono che lo Xíngyìquán 形意拳 sia uno stile esterno e che alleni una forza dura preparando solo al combattimento. Al contrario, nello Xíngyìquán 形意拳 quello che si allena è la trasformazione del qì : in passato la pratica dello stile era interna e che cosa comportava? Quello che veniva chiamato “raggiungere il vero superando i limiti umani”. Le tecniche daoiste, buddhiste e confuciane sono fondamentalmente coerenti su questo punto. Il processo di “raggiungere il vero superando i limiti umani” è un processo di trasformazione della qualità del qì , quello che in passato veniva indicato dall’espressione “raggiungere il vero superando i limiti umani” indica principalmente tecniche di coltivazione, che dal punto di vista del qìgōng 气功 e delle arti marziali non avviene a livello di yìshí 意识, coscienza: si tratta di modificare il qì , trasformandone la qualità in modo tale che il qì dell’essere umano ordinario sia sostituito dal qì di un essere umano autentico.

Numerosi praticanti anziani di Xíngyìquán 形意拳 quando parlano di questo stile sottolineano questo punto, cioè che la chiave dello Xíngyìquán 形意拳 è la trasformazione del qì . Lo Xíngyìquán 形意拳 è comunque uno stile molto duro e la maggior parte dei praticanti contemporanei lo descrivono come una tecnica offensiva molto potente. Il Tàijíquán 太极拳 d’altra parte è uno stile morbido, quindi sembra che Tàijíquán 太极拳 e Xíngyìquán 形意拳 abbiano poco a che fare l’uno con l’altro: tuttavia se andiamo a cercare più indietro (almeno tre o quattro generazioni fa) quello che troviamo è che Tàijí 太极, Xíngyì 形意 e Bāguā 八卦 sono tutti e tre considerati stili interni. Il Tàijíquán 太极拳 è classificato come morbido, lo Xíngyìquán 形意拳 come duro e il Bāguā 八卦 come unione di duro e morbido. In tutti e tre gli stili inoltre si parla della trasformazione del qì anche se in misura diversa: di meno nel Bāguā 八卦, di più nel Tàijíquán 太极拳 e ancora di più nello Xíngyìquán 形意拳. Sono quindi partito da questi ultimi due stili per elaborare il metodo che stiamo studiando. Quando pratichiamo il rilassamento della vita andiamo ad agire a livello marziale, interno e a lavorare sul qì , i contenuti fondamentali della pratica anche in passato. In questo senso, è necessario elaborarli in maniera ancora più accurata. Lo Xíngyìquán 形意拳, secondo quanto detto dalla maggioranza dei praticanti delle generazioni passate contempla tre livelli di pratica: mostrare la forza, nascondere la forza, trasformare la forza. In tutti e tre i livelli di abilità il rilassamento della vita è cruciale.

 

Questo sito utilizza cookies al fine di migliorare la navigazione degli utenti. Proseguendo, l'utente dichiara di accettarne l'utilizzo Info