Bacheca News

Ritiro di Guarigione con
Tao Qingyu e Ramon Testa
a Cesenatico

 

en it

Newsletter

* campi richiesti

Oggi sento di aver cambiato la mia vita

Mer05Ott2011

Oggi sento di aver cambiato la mia vita

Il titolo per questo articolo è ciò che mi è venuto in mente quando alcune settimane fa ho avuto un'esperienza fantastica dopo la pratica di “Spingere la montagna”(paishanshi 排山式). Subito dopo questa esperienza ho scritto questo messaggio sulla mia pagina di Facebook:

Ho tossito per 4 giorni e i polmoni mi facevano male, colpa di un qualche virus probabilmente. Mi è bastato fare solo 90 minuti di pratica di 'spingere la montagna'. Dopo 20 minuti la tosse si è aggravata, reazione di qi. 5 minuti più tardi la tosse ha smesso per poi tornare quando ero in piedi da 50 minuti. Inizialmente volevo rimanere in piedi per 60 minuti, che è già tanto dato che normalmente arrivo a fatica a 15 minuti. Poi però ho pensato: “Che cavolo, se posso stare 60 minuti posso stare anche di più, e allora oggi si continua...”. Dopo 70 minuti potevo sentire il qi muoversi nelle ossa in profondità e perfino lavorare sulla parte inferiore della schiena, su mingmen e attraverso questo. Dopo 90 minuti ho realizzato che avrei potuto continuare anche più a lungo...ma sarebbe stato per un altro giorno! La mia tosse se n'è andata e i miei polmoni sono forti e puliti. Le mie braccia sono leggere come piume. La mia mente si sente molto molto tranquilla e chiara: “Hao le, stai bene, crea la tua medicina!”.

Questo è stato senza dubbio un buon risultato per me e spero che questa storia aiuti gli altri. Negli ultimi 15 anni ho osservato che i risultati che la gente raccoglie dalla pratica di qigong qui in Europa sono un po' opachi se confrontati con quelli ottenuti in Oriente. Potrebbero esserci molte ragioni per questo: la diversa cultura, le diverse persone e le cose che si perdono nella traduzione. D'altra parte ho anche visto alcuni occidentali cambiare la propria vita, guarire da malattie terminali e cambiare il proprio destino. Quindi, perché queste persone riescono mentre gli altri, nonostante tanta pratica non ottengono nulla di rilevante?

E in ogni caso, chi sono io per dire alcunché di profondo su questo argomento? Posso dire che il mio livello di qigong non è molto alto. Innanzitutto perché ho ancora alcuni problemi di salute ogni tanto (il problema sopra esposto). In passato ho avuto dei seri problemi alla schiena e ho contratto la malattia di Lyme. Attraverso la pratica ho superato molti ostacoli e sono tornato stabile sia fisicamente che mentalmente. Quindi ora sono piuttosto in salute, lavoro come insegnante e terapista di Zhineng Qigong ma c'è ancora un sacco di lavoro da fare e ci sono delle reazioni di qi ogni tanto.

Cosa ho ottenuto fino ad ora? La mia colonna vertebrale è diventata più flessibile, sono in grado di sentire lo stato del campo di qi e sentire il qi a diversi livelli all'interno e all'esterno del corpo. Inoltre le persone hanno dei buoni effetti quando invio loro hunyuan qi. Ma se si guarda a tutto questo chiaramente, non c'è niente di spettacolare. Flessibilità o guarigione non corrispondono ad alti livelli di pratica. Se posso sviluppare questi conseguimenti, chiunque può farlo.

In generale quando osservo il livello dei molti praticanti che incontro posso dire questo: penso che non abbiamo messo abbastanza enfasi nell'allenamento della nostra mente. Non abbiamo sviluppato abbastanza la concentrazione. Non abbiamo lavorato abbastanza sullo 'shen', la coscienza. Sicuramente possiamo eseguire i movimenti ora, ma abbiamo integrato il nostro corpo con la mente? Quando 'pensi' i movimenti, il corpo li segue? Possiamo usare la nostra mente per penetrare in profondità? 'Spingere la montagna' è un ottima pratica per lavorare su questa abilità. Inoltre molti praticano e vivono le loro vite mentre non sono in uno stato molto buono di qigong; molto spesso non sono nemmeno coscienti di quale sia lo stato in cui sono. Quindi c'è da lavorare su questo.

Dopo aver pubblicato quel messaggio in molti hanno cominciato a chiedere: “E per il dolore? Come lo hai affrontato? Come era l'attività della mente? E' pericoloso? Da dove viene questo esercizio?”.

Questo esercizio è preso dalla sezione n.3 della 'Serie per l'integrazione di corpo e mente'. Inoltre anche durante 'la sequenza' ci sono dei momenti, quando si spinge e raccoglie sui lati, in cui si è nella stessa posizione, con la differenza che le braccia vanno qui sostenute il più a lungo possibile. Inizia gradualmente, cominciando con 3 minuti o meno se quello è il tuo limite. Quindi nell'arco di molte settimane aumenta gradualmente di un minuto alla volta. In poche settimane avrai già raggiunto 8-10 minuti e cercherai di arrivare a 15-20 minuti.

La cosa più importante: crea un campo di qi per la tua pratica, regola la posizione e la mente e rimani in un buono stato durante la pratica. C'è una cosa chiamata 'compiere uno sforzo', per cui anche quando c'è un dolore si cerca di non farsi assorbire da questo con la mente e di rimanere in uno stato di calma. Usa il buon senso e non farti del male.

L'attività della mente rimane calma, rilassata e naturale e si possono usare diverse tecniche di respiro per visualizzare il qi fluire attraverso le braccia entrando con l'inspirazione e uscendo con l'espirazione. E' anche possibile pensare semplicemente al cielo azzurro.

Quando si pratica questo esercizio nei gruppi c'è il 'rischio' che le persone diventino competitive. Se vuoi essere il migliore, di sicuro non hai capito l'obiettivo della pratica di qigong. In Cina, nel Centro, 'Spingere la montagna' diventò famoso durante gli anni '90, intorno al 1993 (mi è stato detto da alcuni insegnanti che erano là a quel tempo e che lo hanno praticato). Alla fine non fu un esercizio che si decise di diffondere a tutti perché alcune persone impiegavano molto tempo per ristabilirsi da una sessione di pratica di 2 ore, anche se durante l'esercizio erano state bene. Il mio consiglio è di non praticare questo esercizio come pratica giornaliera per 2 ore o più. Al momento lo pratico per 30 minuti con altrettanti 30 minuti di pratica di zhanzhuang.

Un altro problema che potrebbe infastidire i praticanti di lunga data sul livello della coscienza è questo. Quando hai usato un martello per 10 anni per riparare i tuoi problemi e i problemi sono invece ancora tutti là, potresti concludere che il martello non va bene. Abbiamo la tendenza di gettare via il martello e trovare un altro arnese per provare a fissare i problemi. Penso che il Zhineng Qigong non sia un martello, ma assomigli più a un coltellino dell'esercito svizzero, con una funzione specifica per risolvere il tuo specifico problema. Per le persone che hanno praticato per un lasso di tempo considerevole e sono ora un po' scoraggiati posso dare un ultimo consiglio: non focalizzarti sui tuoi problemi, ma metti il tuo cuore nella pratica e divertiti”!

Martijn http://www.qitouch.nl/

Today I felt like changing my life…

The title of this article, is what came to mind when I had a wonderful experience several weeks ago after I practiced Push the Mountain practice. Right after my experience I posted this message on my Facebook page:

I had been coughing for 4 days and my lungs hurt, some virus that came along I guess. Well, I just did 90 minutes of 'push the mountain' practice. After 20 minutes the coughing became severe, qi reaction, 5 minutes later the couching stopped, to return when I had been standing for 50 minutes. Initially I wanted to stand for 60 minutes,which is a lot because normally I can hardly do 15 minutes. But then I thought, what the heck, if I can do 60 I can do even more, so let's push it today.. After 70 minutes I could feel the Qi moving deep inside my bones, even working on my lower back, on mingmen, pushing through... After 90 minutes I realized I could continue even longer. But hey, that's for another day. My cough is gone, my lungs feel strong and clear. My arms feel featherlight. My mind feels very, very tranquil and clear, Hao La, Be well, create your own medicine!

Obviously this was a good result for me and I hope this story helps others. Over the last 15 years I’ve observed that on average the results people get from their Qigong practice in Europe look a bit pale compared to the results in the East. There might be many reasons for this, different culture, different people, things get lost in translation. On the other hand, I have also seen some Westerners change their life, heal from terminal illnesses and change their destiny. So what did they ‘get’ that others don’t get despite a lot of practice?

And, who am I to say anything profound about this matter? I can tell you that my Qigong level is not very high. For one because I still have some health problems every now and then. (just look at my above experience) In the past I had severe back problems and Lyme disease. Through my practice I overcame a lot of obstacles and became stable again, physically and mentally. So now I’m quite healthy, I work as a Zhineng teacher and Qi therapist but still there is a lot of work to do and the occasional Qi reaction is still there.

What have I developed so far? My spine has become quite flexible. I am able to sense the state of the Qi-field and feel Qi on different levels inside and outside my body. Also people get good results when I send them Hunyuan Qi. But, when you look at it clearly this is all not very spectacular. Flexibility or Healing is not a very high level practice. If I can develop this, anyone can do it.

In general when I look at the current level of most practitioners I encounter I can say this about it; I think we have not put enough emphasis on training our mind. We have not developed enough focus. We have not worked enough on the level of ‘Shen’, the consciousness. Sure we can do the movements by now, but have we integrated our body and our mind? When you ‘think’ the movement does your body follow? Can we use our minds to penetrate deeply? Pushing the Mountain is a very good practice to train this ability. Besides that many practice and live their lives while they are not in a very good Qigong state, most of the time not even aware of what their state is. So there are things to work on there.

After my post people started asking questions; What about the pain? How to deal with that? What is the mind activity? Isn’t this dangerous? Where did this practice come from?

This practice is extracted from B&M form ex.3 this is the posture. Also during Lift Qi Up, there are some moments when you do push-pull to the sides when you are in the same posture. Except you now hold the posture for as long as you can. Build it up gradually, start with 3 minutes, or less if that is your max. Then over several weeks try to build it up gradually and add another minute. In a few weeks you will be able to do it for 8 or 10 minutes and try to build it up to 15 or 20 minutes.

Most important: Build a Qi-field for your practice, adjust your posture and your mind and stay in a good state during the practice. There is a thing here called ‘making an effort’ so even when there is pain, you can try to not focus on it and remain in a calm state.  Use common sense here and don’t harm yourself.

The mind activity is being calm relaxed and natural and you can use several braething techniques to visualize the Qi flowing through your arms, flowing in with breathing in, flowing out breathing out. Just thinking of the clear Blue sky is also an option :)

When you practice this one in groups there is a ‘risk’ that people become competitive. If you want to be the best, you have clearly not understood the goal of Qigong practice. In the Centre in China PTM was famous during a period in the 1990’s, around 1993 I have been told by teachers who were there at the time and have practiced it. Eventually it was not a practice that was popularized for the masses because for some people it took a long time to recover after 2 hour sessions even when they had felt fine during the session. My advice with this one is not to practice it as a daily gong for 2 hours or more. I practice it now for 30 minutes a day alongside with 30 minutes of 3CM practice.

Another ‘issue’ that might be bothering long-term practitioners on the level of their consciousness is this: When you have used a hammer for 10 years to fix your problems and the problems are still there, you might conclude that the hammer is no good. We have the tendency to throw away the hammer and find another tool to try and fix our problems. I think Zhineng Qigong is not a ‘hammer’ but more like a swish army knife, there is always something in there to fix your specific problem. For people who have practiced a long time and are a bit discouraged by now I can only give one final advice: Don't focus on your problems, put your heart in it and focus on enjoying your practice.

Hope this story is uplifting and helpful,

Enjoy your practice!

Martijn

Questo sito utilizza cookies al fine di migliorare la navigazione degli utenti. Proseguendo, l'utente dichiara di accettarne l'utilizzo Info