Bacheca News

Ritiro di Guarigione con
Tao Qingyu e Ramon Testa
a Cesenatico

 

en it

Newsletter

* campi richiesti

Io alleno Pengqi guanding fa I

Lun27Gen2014

Io alleno Pengqi guanding fa I

 

“Io” alleno Pengqi guanding fa ( Sollevare il qi e riversarlo nella testa; alias La sequenza)

da Scienza del Zhineng Qigong 智能气功科学, 1994, I.

Pengqi guanding fa è il primo stadio della pratica del Zhineng Qigong. Lavora sullo hunyuan esterno: l'apertura-unione della mente abbinata ai movimenti del corpo permette di espandere il qi interno e di raccogliere il qi esterno. Questo consente di attivare la connessione con il mondo naturale e raggiungere il risultato di rinforzare tutte le funzioni dell'essere umano. A prima vista sembra un esercizio semplice, ma al suo interno sono contenuti numerosi segreti che una volta svelati permettono di accedere direttamente ai più alti livelli e ottenere la completa fusione fra uomo e cielo.

Dall'esperienza di allenamento di Pengqi guanding fa riportata dagli studenti del Centro del corso per insegnanti del 1992 abbiamo preso una parte di questa raccolta per pubblicare «“Io” alleno Pengqi guanding fa».

Questo articolo raccoglie le informazioni della pratica di Pengqi guanding fa da parte degli studenti del '92. Ogni paragrafo rappresenta una singola esperienza/conoscenza interiore.

 

Preparazione

1 - La Teoria olistica hunyuan indica che essere umano e natura sono una totalità. Lo hunyuanqi iniziale della natura è compatibile con le diecimila cose. Se quando pratichiamo teniamo a mente questo presupposto concettuale senza riluttanza, ma al contrario riponendovi fiducia, allora sarà possibile sperimentare in modo molto vivido l'ingresso e l'egresso del qi. E naturalmente l'uso della mente potrà rispecchiare rapidamente questo fenomeno.

2 - Lo stato di mente e corpo che precede la pratica ha un ruolo notevole sugli effetti che seguiranno. Se durante la vita quotidiana manteniamo uno stato mentale che attua la formula “xincheng maogong”(ovvero una mente limpida e trasparente come l'acqua NdT), l'accesso alla quiete richiesto per la pratica sarà veloce e perciò la qualità del qi sembrerà più raffinata e gentile. Sembra che emozioni e qualità del qi abbiano una stretta relazione. La cosa migliore da fare prima di iniziare a praticare sarebbe di regolare lo stato della mente in una condizione che ci ponga dal profondo del cuore verso la pratica. Pensare a belle cose, ai momenti di felicità senza però rimanerne attaccati, ma solo per permettere di scaturire questo stato gioioso. In questo modo cambieremo la pratica passiva in una pratica attiva.

3 - Per praticare Pengqi guanding fa bisogna innanzitutto superare l'ostacolo del rilassamento. Di particolare importanza è la genuina dedizione alle 8 formule. Dopo aver regolato il corpo si pensa a fondere sé stessi con la terra in una sol cosa, seguendo il corpo in questa espansione come fosse acqua che gocciola, con profondo contegno, il corpo diventa trasparente e un Io indistinto rilassatamente si espande fino a quando il cielo azzurro e lo spazio circondano il corpo che rimane al centro. In questo modo è come se il corpo sparisse con la mente calma e in pace.

4 - Nella pratica bisogna coltivare l'abilità (gongfu) nei due aspetti di mente e corpo. Per prima cosa il corpo, perché se il corpo non è rilassato i movimenti non sono corretti e ciò ha un effetto diretto sul risultato della pratica. Viene poi il corpo. Se la mente è tranquilla il praticante è in quiete, le sensazioni sono chiare e tutto il corpo è a proprio agio. “Con corpo e mente completi, il qi è al loro interno”

Questo sito utilizza cookies al fine di migliorare la navigazione degli utenti. Proseguendo, l'utente dichiara di accettarne l'utilizzo Info