Bacheca News

20-24 marzo 2019
Ritiro di Guarigione con
Tao Qingyu e Ramon Testa
a Cesenatico

 

en it

Newsletter

* campi richiesti

Lo hunyuan qi del corpo umano

Gio27Feb2014

Lo hunyuan qi del corpo umano

Lo Hunyuan qi del corpo umano di Pang Ming (tradotto da Amanda Carloni)

Lo Hunyuan qi del corpo umano è lo Hunyuan qi di livello più alto e più complesso nel mondo naturale; si sviluppa seguendo passo dopo passo la crescita e l’evoluzione dell’essere umano. Per facilitarne la comprensione abbiamo diviso il processo di formazione e sviluppo dello Hunyuan qi in quattro fasi1.

1. Hunyuan qi dello zigote

Lo Hunyuan qi dello zigote si forma nel processo di unione dello spermatozoo e dell’ovulo ed è classificato come qi prenatale (cielo anteriore). Gli antichi dicevano: solo se è qi autenticamente senza forma, allora è antecedente al cielo anteriore.

Secondo la scienza medica moderna, lo zigote è formato dall’unione di ovulo e spermatozoo. L’ovulo e lo spermatozoo hanno solo 23 cromosomi ognuno, ciascuno corrispondente alla metà di una cellula normale: unendosi ne formano esattamente una. Questo argomento confermato attraverso l’osservazione della fecondazione in vitro sembra in conflitto con la nostra teoria dello Hunyuan qi ma in realtà non è così, in quanto la medicina moderna osserva e teorizza a livello macroscopico, mentre noi parliamo a livello microcopico. Sia il qigong tradizionale che la scienza moderna ritengono che le trasformazioni di qualsiasi sostanza avvengano sia a livello microscopico che macroscopico. Una sostanza per trasformarsi in un’altra sostanza passa attraverso il processo di scomparsa (dall’essere al non essere) e comparsa (dal no essere all’essere), la formazione dello zigote non fa eccezione. Da test dettagliati risulta che: lo spermatozoo e l’ovulo possono unirsi, se fosse così solo perché ognuno ha soltanto 23 cromosomi (pari alla metà di una cellula normale) allora come mai non si ha l’unione tra spermatozoo e spermatozoo e tra ovulo e ovulo per formare una cellula con 23 coppie di cromosomi? In realtà questo è assolutamente impossibile, perché spermatozoo e spermatozoo e ovulo e ovulo appartengono allo stesso genere e non possono unirsi anzi si escludono a vicenda. Lo spermatozoo e l’ovulo invece sono di generi diversi e per questo si attraggono a vicenda essendo affini. Con gli esperimenti è stato anche osservato che, una volta che lo spermatozoo ha fecondato l’ovulo non è possibile che un altro lo fecondi ancora. Questo dimostra che la forza di attrazione reciproca termina dopo che è avvenuta la fecondazione e che le caratteristiche dello zigote si formeranno su queste basi. Dopo che le caratteristiche di ovulo e spermatozoo svaniscono e prima che si formino quelle dello zigote c’è un momento preciso, come un vuoto, una relazione causale tra prima e dopo che è difficile da quantificare a livello macroscopico ma che a livello microscopico può essere compreso perfettamente. Secondo la moderna fisica teorica, infatti, quando l’unità di tempo arriva a 10 ¯44 secondi e quella di spazio a 10 -33 centimetri nelle trasformazioni fisiche non esiste più la distinzione tra passato presente e futuro. Perciò nel processo di formazione dello zigote non abbiamo solo la scomparsa delle caratteristiche di spermatozoo e ovulo (dall’essere al non essere) e la formazione delle caratteristiche dello zigote (dal non essere all’essere) ma esiste anche un momento di passaggio che per quanto vuoto non è comunque completamente privo di significato, bensì rappresenta un particolare stato senza forma, il risultato dell’azione reciproca di spermatozoo e ovulo e dell’ambiente circostante. Questo stato particolare è lo Hunyuan qi anteriore al cielo anteriore, per questo il qi derivato prende forma diventando lo zigote. Perciò noi diciamo che questo Hunyuan qi non è la semplice sovrapposizione del qi dello spermatozoo e di quello dell’ovulo, e lo zigote non è la fusione meccanica di ovulo e spermatozoo.

2. Hunyuan qi del feto

Dopo che lo zigote si è formato, lo Hunyuan qi non esiste più solo ma si aggrega nello zigote. Lo zigote si differenzia ininterrottamente da un’unica cellula diventa un feto completo con cinque organi sei visceri quattro arti cento ossa che ripercorre tutta la storia evolutiva della propria specie: le forme di vita mono o pluricellulari, questa fase avviene solo negli organismi in una fase iniziale di sviluppo; una volta che si forma il sistema nervoso, nell’organismo si verificano una serie di trasformazioni a vari livelli, come indicato da Engels: “Quando il sistema nervoso si è sviluppato a un certo grado occupa l’intero corpo e organizza il corpo secondo le proprie necessità”.

Poiché nei vertebrati tutto il corpo è riunito nel sistema nervoso periferico, quando il jing il qi e lo shen dell’essere umano cominciano a formarsi si sviluppano su queste basi generando il feto. In questa fase, lo Hunyuan qi continua a svilupparsi: dallo Hunyuan qi con le caratteristiche dello zigote diventa lo Hunyuan qi con le caratteristiche proprie del feto. Questo è il qi che anticamente era chiamato il Qi del cielo anteriore, si manifesta nello stato di integrità indistinta del feto.

Il feto possiede jing qi e shen umani, ma senza che possano ancora esercitare le loro funzioni indipendenti. Innanzitutto analizziamo lo shen: anche se il metodo scientifico moderno dell’EEG abbia riscontrato che già dal sesto, settimo mese il feto presenta cicli di onde theta, tuttavia è impossibile sapere se le cellule cerebrali presentino reazioni attive agli stimoli esterni. L’attività neurale del feto si manifesta principalmente nel movimento degli arti, e ancora di più nell’attività cardiaca. Il punto di controllo di questa attività neurale è il nodo seno atriale. Secondo la medicina cinese il cuore è la sede dello shen. Probabilmente questa è il suo fondamento prenatale! L’attività neurale del feto (cardiaca e spinale) obbedisce alle necessità di sviluppo del feto stesso, ma non regola l’ambiente circostante. Adesso passiamo al qi: i polmoni del feto non respirano, il qi proviene principalmente dal corpo della madre e raggiunge al feto attraverso il sangue arterioso del cordone ombelicale. Per questo il qi che arriva dal corpo della madre è Hunyuan qi, il feto non ha attività neurali e movimenti del corpo indipendenti, per cui il qi è dunque utilizzato fondamentalmente per lo sviluppo del feto. Praticamente tutto il qi del feto serve alla crescita del feto stesso. Questo assicura alle cellule che si moltiplicano rapidamente (durante la gravidanza in soli 10 mesi dall’ovulo fecondato si sviluppa un feto perfettamente formato) un nutrimento abbondante per il processo che le rende cellule normali. Infine analizziamo la forma del feto: durate la gravidanza, il tronco e gli organi interni (a parte il cuore) si trovano fondamentalmente in uno stato di quiete a livello macroscopico, la loro attività si manifesta a livello di metabolismo cellulare, cioè nella formazione di tessuti e organi.

In definitiva le potenzialità di jing qi e shen nella fase fetale si concentrano a livello dello sviluppo fisico del feto. Le funzioni dei tre sono coerenti e strettamente correlate. Anche questa specie di stato integro e letargico del feto che prende il nome di indifferenziato appartiene al cielo anteriore. La sua caratteristica distintiva è che lo shen si trova nel qi e il qi nel corpo, il qi lo shen e il corpo non si allontanano e non si separano. Quello che nel qigong antico è chiamato tornare al cielo anteriore indica questo stato. Questa caratteristica di integrità del feto è la manifestazione dello Hunyuan qi peculiare del feto, che lo riempie uniformemente in ogni sua parte, garantendo all’intero feto uno sviluppo regolare.

1# Questo articolo illustra le prime due

Questo sito utilizza cookies al fine di migliorare la navigazione degli utenti. Proseguendo, l'utente dichiara di accettarne l'utilizzo Info