Bacheca News

20-24 marzo 2019
Ritiro di Guarigione con
Tao Qingyu e Ramon Testa
a Cesenatico

 

en it

Newsletter

* campi richiesti

Breve introduzione allo 意元体 yìyuántǐ (prima parte)

Mer01Ott2014

Breve introduzione allo 意元体 yìyuántǐ (prima parte)

II. Breve introduzione allo 意元体 yìyuántǐ (prima parte)

La teoria di 意元体 yìyuántǐ è una parte costituente della teoria olistica 混元 hùnyuán, una delle teorie di base del Zhineng Qigong. La teoria olistica 混元 hùnyuán è stata spiegata dettagliatamente nel testo “Le basi della scienza del 智能气功 Zhìnéng qìgōng: la teoria olistica 混元 hùnyuán”, qui mi limito a illustrare com’è costituito lo 意元体 yìyuántǐ, come funziona e come genera i cambiamenti.

i. Il concetto di 意元体 yìyuántǐ

(a)La formazione dello 意元体 yìyuántǐ. Lo 意元体 yìyuántǐ è invisibile, senza forma, indistinto e uniforme, compatibile con la struttura del cervello. Ha come centro il centro del cervello e si diffonde all’interno e all’esterno del cervello, intorno al corpo e al suo esterno. Lo 意元体 yìyuántǐ è lo 混元气 hùnyuán qì del sistema nervoso, costituito dallo 混元气 hùnyuán qì di tutte le cellule nervose del corpo umano. Le trasformazioni fisiche, chimiche e biologiche delle cellule nervose (in particolare delle cellule cerebrali) si basano tutte sullo 意元体 yìyuántǐ che ha comunque una sua esistenza indipendente e può reagire con le cellule nervose stesse. Lo 意元体 yìyuántǐ contiene tutte le informazioni vitali dell’essere umano, come quella che nella fisica moderna è chiamato “stato caotico”, riceve qualsiasi informazione e riflette le funzioni delle cose: ha la capacità di conservare, integrare, analizzare ed estrarre le informazioni e di emettere comandi. Fintanto che non riceve uno stimolo oggettivo esso mantiene uno stato di uniformità indistinta, simile a quello che gli antichi definivano “quiete assoluta”; appena riceve uno stimolo però si producono immediatamente reazioni ed effetti, stato che gli antichi descrivevano: “percepisce e risponde immediatamente”. Possiamo utilizzare l’esempio dello specchio: quando non ha davanti niente lo specchio è vuoto, quando si trova davanti un oggetto ne riflette l’immagine. Lo specchio tuttavia ha una sola dimensione e può riflettere soltanto le proprietà ottiche dell’oggetto in questione. Lo 意元体 yìyuántǐ invece è illimitato e può riflettere qualsiasi caratteristica di ogni oggetto oltre alle sue stesse caratteristiche (di 意元体 yìyuántǐ). Il collegamento tra lo 意元体 yìyuántǐ e il mondo esterno e le modalità di reazione costituiscono l’attività della coscienza.
(b) Il legame di 意元体 yìyuántǐ e sistema nervoso. Le caratteristiche di 意元体 yìyuántǐ descritte sopra sono determinate dalle proprietà delle cellule nervose. Sappiamo che le cellule nervose sono diverse dalle altre cellule, nel processo metabolico non si limitano ad assorbire ed espellere sostanze (come per esempio ioni idratati e molecole organiche), ma hanno la funzione di ricevere e inviare informazioni come vettori d’energia. Questo porta le cellule nervose ad avere ampi canali di collegamento col mondo esterno e contenuti vasti, questo tipo di capacità inoltre si perfezionano continuamente seguendo l’evoluzione del sistema nervoso. Secondo la teoria olistica 混元 hùnyuán qualsiasi sostanza fisica concreta è formata dall’aggregarsi dello 混元气 hùnyuán qì e intorno a essa si trova lo 混元气 hùnyuán qì più sottile. Per questo, quando le cellule nervose si addensano in una certa misura, lo 混元气 hùnyuán qì che circonda ogni cellula si compenetra fondendole in un’entità olistica integrata. Quest’entità olistica risponde alle trasformazioni delle cellule nervose e può influenzarle a sua volta. Nell’evoluzione da animali a esseri umani il sistema nervoso si è sviluppato moltissimo differenziandosi in maniera sofisticata, rafforzando le capacità delle cellule nervose di ricevere ed emettere energia e informazioni. Con l’ampliarsi dei limiti dell’entità olistica costituita dall’unione dello 混元气 hùnyuán qì intorno alle numerose cellule nervose, anche nelle funzioni si sono verificati grandi cambiamenti: non rispondono più solamente agli stimoli del mondo esterno ma sono anche in grado di riflettere tutte le trasformazioni che avvengono all’interno. Visto che ha una sua propria individualità non ci riferiremo più a esso come allo 混元气 hùnyuán qì del sistema nervoso ma lo chiameremo 意元体 yìyuántǐ.
Da quanto detto sopra si evince che l’attività dello 意元体 yìyuántǐ è influenzata dalle trasformazioni delle cellule nervose. Secondo la teoria olistica 混元 hùnyuán, lo 混元气 hùnyuán qì senza forma può condensarsi in sostanza fisica, la conseguente attività dello 意元体 yìyuántǐ può influenzare le cellule nervose e la formazione delle sostanze fisiche legate a esse. Questo è il rapporto dialettico tra cellule nervose e 意元体 yìyuántǐ.


Questo sito utilizza cookies al fine di migliorare la navigazione degli utenti. Proseguendo, l'utente dichiara di accettarne l'utilizzo Info