Bacheca News

Introduzione al Qigong
con
Ramon Testa
c/o Biblioteca di Tradate (VA)
en it

Newsletter

* campi richiesti

Zhineng Qigong - Usare Yishi (la coscienza) III

Mar20Ott2015

Zhineng Qigong - Usare Yishi (la coscienza) III

Capitolo uno (continua...)

Il primo aspetto di yìshí 意识 : l’influenza di yìshí 意识 sulle attività vitali.

tradotto da A. Carloni, Revisione A. Panatta

D’altra parte, anche quando una persona è malata l’attività del pensiero può rafforzare il corpo. Un ottimo esempio è quello di una donna durante una crisi isterica. Una donna magra e debole, in caso di attacco isterico non può essere fermata neanche da due uomini giovani. Da dove proviene tanta forza? Nel passato non si riusciva a comprenderlo e le persone ritenevano che chi soffriva di isteria fosse posseduto dai demoni. La spiegazione medica è che la malattia crea attività nella corteccia cerebrale, uno stimolo di eccitazione. Quando il cervello è calmo, questo stimolo è simile a una lampada che illumina tutto intorno. Nel cervello c’è un unico pensiero che crea una forza molto potente.

Dunque questa è la forza generata dalla malattia. I nomi comuni per questo fenomeno sono forza folle e onda folle. Attraverso la concentrazione del pensiero, la forza aumenta. Il prossimo esempio riguarda i praticanti di qìgōng 气功. Alcuni praticanti di qìgōng 气功 duro (esterno) tramite la concentrazione riescono a sviluppare una grande forza. Possono sollevare grandi pesi o utilizzare la testa per rompere oggetti. Due miei amici, quando mobilitavano il loro qì e concentravano la mente, erano in grado di tenere fermo un piccolo veicolo a Shànghǎi 上海: nonostante il motore fosse al massimo e le ruote girassero continuamente, il veicolo non poteva sfuggire alla loro presa.

Da dove veniva la loro forza? Attraverso l’allenamento alla concentrazione del pensiero, erano in grado di creare quella potenza enorme. L’unica differenza è che avevano imparato a produrla quando volevano. Con la concentrazione mentale si può sviluppare una forza simile; quando si perde la concentrazione, la forza svanisce. Se aveste potuto osservarli, dovevano prepararsi, mobilitare il qì , concentrare l’attenzione e poi eseguire quell’azione concentrata, ma avevano a disposizione un tempo limitato. Quel tipo di sforzo non può essere sostenuto per un lungo periodo. Questo è un esempio di concentrazione del pensiero che crea un aumento di forza. Con la dispersione della concentrazione, la forza vitale basilare diminuisce dissipandosi. D’altro canto, quando i pensieri si disperdono, la forza può svanire. Alcuni dissentono: com’è possibile che una persona originariamente molto forte diventi debole tramite la dispersione della concentrazione? Sembra improbabile. La vita quotidiana invece è piena di esempi di questo tipo. Alcuni anni fa a Pechino una coppia di giovani è stata avvicinata da una banda di ladri che li ha minacciati con dei coltelli per avere i loro oggetti di valore. Questi due giovani erano così terrorizzati che sono crollati a terra. Com’è possibile che un giovane sia così debole da non riuscire a tenersi in piedi? La perdita di forza è stata causata dal grande spavento che hanno preso. Perché? Quando una persona è terrorizzata non riesce a concentrare l’attenzione o i pensieri, per cui la forza si disperde e non può supportare il corpo. Il risultato è che i due giovani non riuscivano neanche a stare in piedi. C’è un modo id dire: quando una persona è terrorizzata, il corpo trema. Perché trema? Non c’è più forza. Si può essere tanto spaventati da perdere il controllo delle viscere. Questo spiega come la forza vitale basilare si dissipa indebolendosi con il disperdersi della concentrazione.

 

Questo sito utilizza cookies al fine di migliorare la navigazione degli utenti. Proseguendo, l'utente dichiara di accettarne l'utilizzo Info