Bacheca News

20-27 agosto 2017
Vacanza-studio di Zhineng Qigong
sulle Dolomiti
con i maestri
Lu Zhengdao, Wang Lingling
e Ramon Testa
en it

Newsletter

* campi richiesti

Qigong

 

Cos'è il Qigong?

 

Qigong (in italiano “ci cong”) è una parola generica per una varietà di esercizi energetici e di pratiche di guarigione sviluppatesi nella Cina antica. La parola qigong è in cinese composta da due caratteri: qi che significa “forza vitale” e gong che invece vuol dire “abilità”, “lavoro”, ma anche “conseguimento”. Quindi potremmo tradurre la parola qigong così: esercizi in cui corpo e mente sono in armonia per poter governare la forza vitale. Più brevemente potremmo dire che il qigong è l'arte della coltivazione della forza vitale; coltivazione che richiede sforzo e tempo per poter essere sviluppata.
Come l'agopuntura, l'erboristeria, il massaggio e le altre pratiche tradizionali cinesi, il qigong è parte integrante di ciò che nel mondo moderno si conosce col termine di medicina tradizionale cinese (MTC). La MTC postula l'esistenza di un'energia sottile che circola all'interno del corpo e della mente dell'essere umano. Quando è forte e in equilibrio, questa energia è in grado di migliorare la salute, respingere o rallentare il processo della malattia. Il concetto di bio-energia può essere trovato anche in altre culture come il Ki del Giappone, il prana dell'India o il Mana di Hawaii e Filippine.
Nella Cina contemporanea ci sono più di 1000 scuole di qigong accreditate e ancor di più ne sono esistite in passato. Come risultato di tutto ciò, al giorno d'oggi non esiste ancora un comune accordo sulla definizione di qigong fra i gruppi di esperti o degli addetti ai lavori. Secondo i libri di testo usati nelle università di medicina tradizionale cinese, il qigong è una tecnica di auto-allenamento, o un processo che integra posizioni corporee, respiro e uso della mente per giungere a uno stato ottimale di mente e corpo.


Una Lunga storia


Il qigong è il nucleo della MTC e ha una storia più lunga della medicina cinese stessa. Sebbene la parola qigong abbia una lunga storia non è però diventata popolare fino agli anni '50 del secolo scorso quando dottori e scienziati cominciarono a ricercarne l'efficacia nel mantenimento della salute. A quel tempo, la parola qigong acquisì uno status più favorevole rispetto a descrizioni più astruse come daoyin (conduzione), tuna (espellere l'energia stagnante e assorbire l'energia fresca), yangsheng (mantenimento e miglioramento della salute). Riferimenti al qigong possono essere trovati in una mole di testi e scritti per un periodo superiore ai 3000 anni di storia.


Modalità di applicazione del qigong per salute e guarigione


Il meccanismo con cui il qigong produce benefici per la salute è tuttora argomento di ricerca scientifica. Diversi tipi di qigong danno diverse spiegazioni sui modi in cui il qigong funziona.
Lungo tutta la sua storia, il qigong è stato utilizzato e sviluppato come un metodo per curare le malattie e rafforzare mente e corpo. La principale proprietà terapeutica potrebbe risiedere nella capacità di regolare il sistema respiratorio, il metabolismo, l'attività della corteccia cerebrale, il sistema nervoso centrale, il sistema cardiocircolatorio così come la correzione delle anormali reazioni degli organi, l'effetto massaggiante sugli organi della cavità addominale e l'effetto di auto-controllo delle funzioni fisiche del corpo. Tuttavia non esistono dati e ricerche sufficienti per documentare tutto ciò. Secondo la MTC e secondo gli articoli della letteratura scientifica in cinese a disposizione, il qigong potrebbe funzionare secondo i criteri qui di seguito elencati.


1. Il qi allenato (energia vitale che scorre più fortemente nei meridiani dopo la pratica di qigong) sblocca le zone di malattia nel corpo. Secondo la MTC la buona salute è il risultato di libero scorrimento e di buon equilibrio del sistema energetico. Lo stato di malattia e il dolore d'altro canto sono il risultato di qi bloccato e squilibrio di energia in certe zone del corpo. Uno sbilanciamento del qi è il precursore di ogni manifestazione patologica. Un modo di rimanere in salute è di eseguire degli esercizi di qigong per permettere al qi di fluire liberamente nel corpo così che le cellule del corpo ricevano costantemente una fornitura di forza vitale. Se il rifornimento di qi alle cellule si ferma, il regolare flusso del sangue nell'area cambia e da questo nasce la malattia o il dolore. Un possibile meccanismo di terapia di qigong per la riduzione del dolore e dei sintomi di una malattia è di scatenare il qi all'interno del corpo rompendo il blocco di qi e promuovendo l'equilibrio nel sistema energetico. Perciò, è esperienza comune dei praticanti di qigong provare un aggravarsi dei sintomi o del dolore per un breve arco di tempo a causa di questo “bombardamento” col qi delle zone malate. Questi dolori o sintomi spariscono completamente con la pratica.


2. Nella pratica del qigong, la coltivazione di yi (coscienza e intenzione) e l'accento su una “mente vuota e senza desideri” può aiutare il praticante a rafforzare la coscienza e l'intenzione, a liberare le emozioni represse e a risolvere le contraddizioni della psiche. Si dice che la pratica del qigong per la mente aiuta il praticante a liberarsi dal sé sociale o dalla coscienza (l'origine di ogni tipo di stress) per fare ritorno al sé originale privo di pressioni sociali. Molti disturbi cronici di varia origine possono essere riconducibili proprio a disturbi mentali, pressioni sociali e problemi di origine emotiva. La pratica del qigong può condurre alla liberazione di questi disturbi di origine motiva che potrebbero aver causato altrettante patologie croniche. Accade spesso, che in questo caso i praticanti di qigong si trovino a piangere o ridere durante la pratica per poi sentire un completo sollievo dopo che la sessione è terminata.


3. La pratica di un qigong di qualità può rapidamente far scoprire le potenzialità innate di auto-guarigione del corpo. Ovvero la capacità di aumentare le difese immunitarie, la capacità del corpo di auto-proteggersi, e l'abilità di auto-rigenerazione. Ad esempio il rilassamento e lo stato di tranquillità a cui si giunge con la paratica di qigong può alleviare lo stress, aumentare la forza vitale e accrescere rapidamente le funzioni del sistema immunitario. Ci sono prove scientifiche che riconducono il rilassamento e la visualizzazione guidata con un'accresciuta funzione del sistema immunitario mentre uno stato di stress o di depressione viene riportato a un cattivo funzionamento del sistema immunitario. E' stato osservato che molti pazienti affetti da diverse e complicate patologie sono completamente guariti in breve tempo senza fare uso di medicamenti. Alcuni adulti di mezza età hanno addirittura visto ricrescere capelli e denti. La terapia del qigong in questo senso ha messo alla prova la corrente pratica medica che dipende quasi esclusivamente da prodotti farmacologici per il trattamento dei sintomi.


Il metodo


Sebbene ci siano molti elementi differenti che caratterizzano i vari tipi di qigong, ci sono però i cosiddetti tre metodi o tre regolazioni che accomunano pressoché tutte le tradizioni. Verranno qui descritti brevemente e successivamente verranno illustrate le caratteristiche del Zhineng qigong, il sistema che si è scelto di usare nel seminario proposto agli studenti del conservatorio.


Le tre regolazioni


1. Regola la postura trovando una corretta posizione (a seconda dell'esercizio può essere seduta, sdraiata o in piedi). Rilassa il corpo completamente nella posizione scelta.


2. Regola la respirazione. La regolazione più semplice prevede di osservare il respiro nella regione addominale nelle sue caratteristiche di lentezza, regolarità, profondità e sottigliezza.


3. Regola la mente eliminando i pensieri distraenti per mezzo di visualizzazioni specifiche o recitando ad alta voce dei suoni appositi. Nello stato di qigong ottimale, la mente è sempre nella contemplazione dell'oggetto di meditazione o dello stato di vuoto.

 

 

Questo sito utilizza cookies al fine di migliorare la navigazione degli utenti. Proseguendo, l'utente dichiara di accettarne l'utilizzo Info