Bacheca News

Introduzione al Qigong
con
Ramon Testa
c/o Biblioteca di Tradate (VA)
en it

Newsletter

* campi richiesti

Zhineng Qigong - Usare Yishi (la coscienza) XVI

Mar26Gen2016

Zhineng Qigong - Usare Yishi (la coscienza) XVI

 

Capitolo quattro

Come usare yìshí . Usare yìshí in maniera positiva

tradotto da A. Carloni, revisione A. Panatta

 

 

Malattie serie e l'uso di yìshí 意识

Discutiamo di come un paziente può usare yìshí 意识. L'ottanta per cento in questa classe sono studenti. I pazienti devono essere ulteriormente classificati in coloro che sono seriamente ammalati e coloro che hanno malattie minori. I pazienti seriamente malati sono quelli che i medici occidentali dichiarano spacciati e che non si possono trattare, per esempio quelli col cancro, una sclerosi del fegato all'ultimo stadio, accumulo di acqua nel fegato, deterioramento cardiaco, paralisi e altre malattie serie; sono quelli che non possono essere trattati in altri modi e aspettano solo di morire. Tra questi alcuni hanno un tempo più lungo per vivere altri meno. I pazienti affetti da cancro avranno un tempo maggiore altri minore. Per questi pazienti cosa fare? Come usare yìshí 意识? Ora siete al confine con la morte, da questo lato c'è la vita dall'altro la morte. Che cosa fate? Andate verso la vita! Pensate alla vita e muovetevi verso la vita. Nei vostri pensieri non rivolgetevi mai alla morte ma solo alla vita. Non pensate, 'che succederà se muoio? Non pensateci. Se pensate di morire state spingendo verso quel lato, la morte. Dovete pensare, 'io devo vivere, io devo vivere, io devo vivere'. Pensate solo in questa maniera. 'Io vivrò certamente! Io guarirò definitivamente'. Questa è l'essenza del discorso. Proseguiamo: come stare meglio. Primo, conservate energia e non sprecatela. Non vi irritate per nulla e non siate irritati da nulla! Risparmiate energia. Avete così poca energia vitale rimasta e siete sul confine della morte. Parliamo di vecchie ceneri che devono essere ravvivate, e sta finendo il carburante nella stufa. A questo punto se soffiate sul fuoco per ravvivarlo non farete che bruciare più carburante e il fuoco morirà. Che cosa fate? Coprite le braci con dei ramoscelli e ve ne prendete cura cosicché abbiano una possibilità di rianimare lentamente il fuoco. Quindi conservate la vostra energia, mantenetela, fatela crescere, crescere e riconquistate la vita. Lasciate che ogni cellula diventi viva. Non vi preoccupate di nient'altro. In questo modo vivrete. Cosa dovreste fare? Solo tre cose: mangiare, dormire, e praticare qìgōng 气功. Se avete fame, mangiate. Se siete assonnati, dormite. Se non avete fame e non avete sonno, praticate qìgōng 气功.

A chiunque possa fare questo io garantisco che vivrà. Nel qìgōng 气功 abbiamo un detto a questo proposito: ‘xīn sǐ shén huó 心死神活’ - la mente è morta ma lo spirito è vivo.

 

Xīn sǐ shén huó 心死神活 - la mente è morta ma lo spirito è vivo

‘Xīn sǐ shén huó 心死神活’ - la mente è morta ma lo spirito è vivo. La vostra mente è morta. Niente vi riguarda più. Non avete interesse in niente. Siete imperturbabili. Vostro figlio arriva e vi dice che i suoi amici verranno a trovarlo, e dite “non mi importa, trattami come se fossi già morto”. “Mamma i miei amici sono qui” “non mi importa” “mamma sto portando fuori la spazzatura” “non importa” “Mamma che mangiamo stasera?” “Non importa” “E' ora di cena” “andate a mangiare, non importa” Un nipote molesto urta qualcosa e lo rompe “Non importa”. Chiunque può farlo. Tutta la vostra energia e attenzione sono rivolte all'interno. Vivete di nuovo attraverso la pratica, attraverso il mangiare, attraverso il dormire. Praticare, mangiare, e dormire è vita e tutto il resto è morte. Nient'altro importa, non vi dovete preoccupare di nient'altro. Chiunque possa fare questo è sicuro che guarirà. Se avete il cancro e state per morire: se non volete morire fate questo; non fate nient'altro che praticare qìgōng 气功. Non prestate attenzione al dolore o alla sofferenza: non importa! Pensateci... non siete turbati nemmeno dall'idea di morire, quindi perché essere irritati dal dolore? Praticate in questa maniera e cento su cento guariranno. Mille su mille guariranno. Il problema è che non tutti penseranno in questa maniera. Alcuni penseranno 'Che succederà se muoio?' e così facendo siete al confine con la morte spingendovi verso la morte. Allora se questo microfono nero rappresenta la morte e l'argento la vita, state spingendo e spingendo verso la morte. (Páng Míng 庞明 stava qui facendo una presentazione dal vivo tenendo un microfono in mano ndt) Quindi come potrete non morire? Morirete inevitabilmente.

Il qìgōng 气功 è 'yú sǐ wǎng pò 鱼死网破', o la rete si rompe o il pesce muore. Quando scegliete il qìgōng 气功 è come 'yú sǐ wǎng pò 鱼死网破', o la rete si rompe o il pesce morirà. Qualcuno dirà “perché non scegli parole che siano più facili da ascoltare?” Per i pazienti seriamente ammalati, voi dovreste rimuovere questo blocco mentale. Io vi colpisco con le parole per vedere se vi svegliate e una volta che vi sarete svegliati…bene!

C'era un paziente nel Dōngběi 东北(le province del Nordest della RPC, ex Manciuria, ndt) che diceva, “perchè Páng Lǎoshī 庞老师 è così disumano nel dirci senza mezzi termini che la morte è imminente?”. Io gli dissi “Io non ti sto dicendo che sicuramente morirai, ma che accadrà solo in date circostanze, con un particolare atteggiamento mentale. Prendete il cancro per esempio, chi può guarirvi? Se ci fosse un modo allora molti dei vostri superiori che sono morti di cancro sarebbero vissuti. Avevano molte più risorse di voi, ciononostante tutti i vostri capi con tutte quelle risorse a loro disposizione non hanno potuto farcela, e voi vi aspettate di vivere? Che tipo di risorse avreste? Se seguite le raccomandazioni di queste quattro parole ‘xīn sǐ shén huó 心死神活’ allora diventerete speciali e così la malattia vi tratterà in maniera speciale. Se non siete speciali tornerete a livello della media delle persone e procederete in quella direzione. Loro moriranno e voi con loro. Quindi io sono qui davanti a voi in sincerità, a dirvi, che quando scegliete il qìgōng 气功 è come 'yú sǐ wǎng pò 鱼死网破', o la rete si spezza o il pesce muore. Il pesce è già intrappolato nella rete. Il solo modo affinché possa uscire è di spezzare la rete e nuotare fuori da essa e questa è la vita. Se rimanete dentro la rete allora c'è solo morte. Questo è l'ultimo sforzo di 'yú sǐ wǎng pò 鱼死网破' o la rete si spezza o il pesce morirà, ma allora meglio morire combattendo, perché nel vostro sforzo potreste rompere la rete e passarci attraverso. E se lo fate avrete la libertà dell'intero oceano. Se non siete disposti e vi dite “mi sento particolarmente male oggi, praticherò domani” beh, domani potreste sentirvi ancora peggio. Così il giorno successivo e ancora e ancora e voi attenderete, attenderete fino al momento della vostra morte. Allora sarà troppo tardi. Nel qìgōng 气功 siamo capaci di sentire e vedere nel futuro verso ciò che sta per accadere. Se vedete che non è dove volete andare allora cambiate direzione, non potete permettervi di esitare nell'intraprendere un'azione perché questo vi condurrà alla morte. Mangiate, praticate, e dormite, nient'altro. Quando vi svegliate, Pěng Qì Guàn Dǐng 捧气贯顶 (Sollevare il qì e farlo penetrare dalla sommità della testa). Quando siete stanchi, allora senza muovere le mani pensate –guī dāntián 气归丹田 - il qì si raccoglie nel dāntián 丹田. Quando vi sentite in forma iniziate a fare Xíng Shén Zhuàng 形神庄 (la forma di Corpo e Mente) e riempite la giornata in questa maniera. Non morirete di stanchezza praticando il qìgōng 气功, e anche se moriste di stanchezza nella pratica del qìgōng 气功 varrebbe sempre di più che aspettare di morire. Combattete quando la vostra vita è in gioco. Se quando vi allenate avete dolori e sofferenza in tutto il corpo ancora meglio, questo vi farà dimenticare della vostra malattia. Se riuscite a dimenticarvi completamente della malattia, e mantenete solo il proposito di praticare, allora 100 su 100 di coloro che sono malati avranno la guarigione. Sfortunatamente nemmeno dieci su cento lo fanno ma continuano a pensare che moriranno, e allora non c'è speranza che possiate vivere! Questo è yìshí 意识: pensare alla morte vi porterà verso la morte. Quindi per riassumere, per i pazienti gravi dovete ‘xīn sǐ shén huó 心死神活’, tagliare fuori totalmente qualsiasi altra cosa che non sia la pratica del qìgōng 气功.

 

 

Questo sito utilizza cookies al fine di migliorare la navigazione degli utenti. Proseguendo, l'utente dichiara di accettarne l'utilizzo Info