top of page
  • Immagine del redattoreRamon Testa

Qigong: come risolvere una contrattura a partire dalla mente

La verifica preliminare che precede l'invio del qi di Ramon Testa



Nella pratica del qigong, quando vogliamo risolvere un problema di tipo fisico, sia interno che esterno, viene chiesto di inviare un'informazione o di avere l'intenzione di far accadere qualcosa. In questo modo creiamo dei cambiamenti sulla materia a partire dall'informazione. Nel mondo sono stati fatti molti esperimenti di questo tipo, in diversi campi: dalla medicina estetica, alla metallurgia, e non solo nell'ambito del qigong della misteriosa Cina, ma anche nel mondo accademico americano del Princeton Engineering Anomalies Research Lab giusto per citarne uno.


Quello che segue è lo scambio fra allieva e insegnante in cui viene suggerita una verifica preliminare che la mente dovrebbe fare prima ancora di pensare di poter inviare un'informazione o un'intenzione di cambiamento.


Ho trovato molto efficace l’abbinamento delle sue tecniche di ieri con effetto di rinforzo nella raccolta del qi in Mingmen GV4. Ho sentito molto beneficio nel rilassamento di tutta la colonna nel basculamento con sensazione di calore e benessere nel dantian inferiore e anche nel dantian centrale. La mente inizialmente condotta dall’intenzione ad osservare lo spazio di Mingmen poi si è rilassata osservando come il respiro muoveva quello spazio. In Zhanzhuang ho più difficoltà nello stare in piedi a lungo. Arrivo alla fine ma con fatica e appoggiando le mani allo schienale della sedia . La zona lombare non è ancora abbastanza forte . Ieri però ho sentito vibrazioni di qi salire nella parte occipitale , nelle mani e anche nelle gambe, come se la circolazione fosse più libera e fluente. Dopo i primi 30 minuti però la condizione è di dover resistere e mi rendo conto che è solo la volontà che mi fa stare in piedi…


Sento che il rilassamento non è ancora abbastanza profondo ma non capisco come lasciar andare le contrazioni più profonde


COMMENTO


Puoi fare questo:

1. Osservare le contrazioni più profonde

2. Osservare la reazione della mente alla presenza delle contrazioni più profonde

(molto probabilmente la mente avrà deciso che queste contrazioni non devono esserci e che vanno risolte, decretando quindi una separazione)

3. Provare a stare con questo stato della mente di avversione (il punto più critico)

4. Se il punto 3 è soddisfatto allora come risultato ci sarà il lasciare andare l'avversione

5. Solo dopo aver soddisfatto la richiesta del punto 4 il qi ha una chance di entrare e risolvere la contrazione più profonda


Il processo è spiegato in modo lineare, ma non lo è.

Sembra un processo laborioso, ma non lo è. Anzi può durare poco più di un'istante.

281 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Commenti


bottom of page