top of page
  • Immagine del redattoreRamon Testa

Qigong e sclerosi multipla

Qualche riflessione sul percorso di Laura


Quella che segue è la testimonianza di Laura nel suo percorso nella sclerosi multipla con il Zhineng Qigong. Laura mi ha contattato a febbraio di quest’anno per prendere un appuntamento e capire cosa il qigong avrebbe potuto fare per lei. La richiesta partiva principalmente dagli impedimenti motori dati dalla sclerosi multipla.


Il giorno dell’incontro, dopo aver suonato il citofono, ho dovuto attendere qualche minuto prima di vedere Laura, accompagnata dal marito, comparire sulla soglia del mio studio a Como (al secondo piano di un vecchio palazzo con scalini irregolari). Un po’ ansimante, sempre aiutata dal marito, si è seduta e abbiamo cominciato a parlare.

Ciò che mi ha subito colpito di Laura è stata l’attenzione alle mie parole e la sincera voglia di misurarsi con qualcosa di nuovo.

Terminato l’incontro le ho dato un file audio per poter praticare in autonomia e ci siamo dati un appuntamento per riscontro sulla pratica a casa.


Dopo il primo incontro ci siamo rivisti a cadenza più o meno regolare, ma non più di una volta al mese, fino all’interruzione estiva. Vedevo che Laura faceva progressi costanti e il suo interesse era tale da portarla a anche leggere due testi sulla teoria del Zhineng Qigong.


Quando ho rivisto Laura agli inizi di ottobre non ho potuto fare a meno di sovrapporre l’immagine del primo incontro con quello che stavo vedendo: la salita delle scale senza aiuto del marito e la quasi assenza di affanno tanto da riuscire a parlare ancor prima di sedersi. Oltre al riscontro motorio quello che ho notato di positivo è stato il corretto atteggiamento nei confronti della situazione attuale e di ciò che la pratica può ancora fare per lei con la determinazione a navigare nella pratica fra alti e bassi e la voglia di provare a fare sempre un po’ meglio.

Ramon Testa


Ciao a tutti voi, mi chiamo Laura, ho 61 anni e convivo con la Sclerosi Multipla da quasi 37.

Ho iniziato a praticare il Zhineng Qigong per caso... mi piace pensare si sia trattato di una SLIDING DOOR.

Lo scorso febbraio ad una visita fisiatrica in AISM ho chiesto un tutore per le mie spalle che si stavano curvando e la Dr.ssa Sechi non solo mi ha detto no, ma ha aggiunto :”Da ora lei farà Qigong “ e mi ha dato il numero di cellulare di Ramon.

È stato come essere investiti da un treno.

Ho lasciato passare qualche giorno e poi ho preso appuntamento con Ramon.

Mi è stato spiegato cos’è il Zhineng Qigong e poi a casa, da sola, con l’aiuto di mio marito ho iniziato i primi esercizi. A dirla tutta si trattava di 3, poi 5, poi 7 saliscendi (accovacciate senza muro N.d.R.) 2 volte al giorno attaccata al braccio di mio marito, e poi alla porta, ma per il mio corpo era tanta roba.

All’inizio tutto semplice....faticoso....ma semplice. A mano a mano che aumentava la durata della pratica, ho conosciuto dolori assurdi alle ginocchia che combattevo con antidolorifici, la mia schiena distrutta con l’introduzione di Chenqi (Tendere il qi) ma almeno avevo Roufu (Massaggio dell'addome) che mi era di molto conforto.

Anche se goffamente, io ce la mettevo tutta perché dovevo fare bene i miei esercizi.

Ma l’arrivo dell’estate non mi ha aiutata in alcun modo.....cercavo di alzarmi la mattina presto per praticare con il fresco ma per me era molto pesante.

Devo dire che sin da subito ho letto il libro di Introduzione del Zhineng Qigong e poi quello che parla della mente: tutto appariva chiaro e limpido per poi divenire confuso e buio il giorno dopo.

Riuscivo a fare 150 saliscendi (fatti male), 400 Chenqi e 10 minuti di Roufu.

Ero convinta che piu’ facevo meglio era. Il problema era che praticavo male, non ero in sintonia con me stessa.

Finalmente a metà luglio sono partita per il mare, sperando di migliorare le mie performances; invece grande delusione perché in vacanza era veramente faticoso praticare, se non impossibile. Mi sono sentita pervadere da un senso di fallimento: tanto lavoro andato in fumo. Ho contattato Ramon che mi ha consigliato di fare i saliscendi in acqua. Mi ha detto: “Fai quello che puoi” e cosi’ ho fatto, stando attaccata all’avambraccio di

mio marito; non dovevo mollare.

All’inizio mi sentivo imbarazzata perché la gente mi osservava divertita; anche quando facevo Chenqi, la sera tardi, sentivo che alcuni ragazzi ridevano di me. Ma poi mi sono detta che cio’ che stavo facendo era giusto per me e questo mi dava soddisfazione.

Un paio di giorni dopo ho ricevuto un messaggio di buon giorno su Whatsapp che diceva:

“Fai quello che puoi, con quello che hai, nel posto in cui sei”.

Erano quasi le stesse parole di Ramon, un segno del destino.

In quei giorni tutto è cambiato: è scattato qualcosa dentro di me.

La mia mente aveva ricevuto un messaggio illuminante. Ho pensato che era inutile come stavo praticando.

Ho cominciato ad osservare ed ascoltare il mio corpo senza giudicarmi male se non riuscivo a fare quello che avrei dovuto.

Ho intrapreso un nuovo modo di praticare il Zhineng Qigong, tanto da non essere io a fare cio’ che la disciplina richiede ma ho modellato la pratica del Zhineng Qigong per la mia persona.

La mia mente ha cominciato ad apprezzare anche i piu’ piccoli movimenti che facevo e amando questo mio corpo traballante ed insicuro. Certamente ne sto traendo un grande beneficio sia interiore che fisico.

Ricordo che per ben 2 giorni di fila, verso la fine della vacanza, sono uscita dal mare senza l’aiuto di mio marito (che mi stava comunque accanto) e ho camminato da sola in campeggio fino alle docce. Sentivo gli occhi di tutte le persone e amici che conosco da 30 anni puntati su di me e anche l’addetta alla reception è uscita per guardami.

Per me è stata una grande soddisfazione.

Un passo avanti che è durato solo 2 giorni ma sono stata e resto felice di quelle mie passeggiate autonome.

Comunque in casa mi muovo piu ́ agilmente e riesco a fare piu’ cose. Anche i test di fine ciclo di fisioterapia in AISM si sono conclusi alla grande; se a inizio ciclo, lo scorso 20 maggio, nel Time Walking Test avevo fatto una camminata di 313 metri in 6 minuti , (buonissimo risultato, calcolando che praticavo già da piu’ di 2 mesi) lo scorso 11 ottobre ho superato il record personale di 343 metri. Non solo, la camminata era sciolta (a detta della mia fisioterapista Maurizia) e a gambe chiuse, non neurologica. Il risultato degli altri test (per lo piu’ sono test di equilibrio, alcuni dei quali da farsi ad occhi chiusi, è stato piu’ che soddisfacente: ho raggiunto un punteggio di 40/40 (già a maggio ero a 39/40 perché non riuscivo a fare il tandem).

Per renderci meglio l’idea di come si comportava il mio corpo nella camminata prima di iniziare a praticare Zhineng Qigong, ho scritto un piccolo schema in merito agli ultimi anni.


TIME WALKING TEST


Anno Inizio ciclo Fine ciclo

  • 2017 Camminata per 6 minuti 246 m (inizio ciclo) 251 m (fine ciclo)

  • 2019 Camminata per 6 minuti 231 m (inizio ciclo)281 m (fine ciclo)

  • 2021 Camminata per 6 minuti 294 m (inizio ciclo) 272 m (fine ciclo)

  • 2022 Camminata per 6 minuti 319 m (inizio ciclo)343 m (fine ciclo)


La strada da fare è ancora lunga, piena di intoppi e di cadute, di cose da imparare e capire, ma come dice Ramon :”Quando si cade ci si rialza”.

Per me praticare il Zhineng Qigong è anche un motivo per sconfiggere i miei blocchi: mi capitava spesso di non fare una cosa perché nella mia mente vedevo già il pericolo che avrei corso facendola, quindi rinunciavo in partenza.

Oggi pratico per lo piu’ a occhi chiusi (8 mesi fa l’avevo escluso a priori) sfidando il mio precario equilibrio, in attesa di riaccquistarlo.

Ma non ho fretta, tutto dovrà avvenire al momento giusto, senza forzature e nell’attesa mi godro’ ogni singolomovimento e miglioramento quotidiano.

E ALLORA .......BUONA PRATICA A TUTTI.


Laura



L'Associazione Zhineng Qigong Italia promuove percorsi individuali e di gruppo con chi soffre di sclerosi multipla e non solo.

A Roma già da alcuni anni, presso la sede di AISM sono attivi dei corsi tenuti dai nostri istruttori.

Per maggiori informazioni potete scrivere a: info@zhinengqigongitalia.it



563 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page