Bacheca News

3-6 novembre 2016
Workshop  di
Zhineng qigong 
con Gao Weiming
en it

Newsletter

* campi richiesti

Quattordici modi per tonificare i reni 1

Mar27Set2016

Quattordici modi per tonificare i reni 1

 

“Se il qi dei reni è abbondante, tutte le malattie vengono sconfitte”:14 modi di tonificare i reni!

tradotto dal cinese da Ramon Testa

 

La medicina cinese dice: “Se il qi dei reni è abbondante, tutte le malattie vengono sconfitte”. Nel corpo umano, il rene sinistro controlla lo yin, mentre il rene destro controlla lo yang. Il rene sinistro ha la funzione di governare i 6 visceri (cistifellea, stomaco, intestino crasso, intestino tenue, vescica e triplice riscaldatore). Il rene destro invece svolge il compito di comandare i cinque organi (cuore, fegato, pancreas, polmoni e reni). I reni compiono un'azione di fondamentale importanza nello stimolare, nutrire, riscaldare e umidificare i cinque organi e i sei visceri.

Il qi originale che si trova fra i due reni è anche chiamato jing originale ed è la forza che muove le attività vitali. Un deficit dei reni si traduce in una diminuita vitalità in cui ogni tipo di malattia può comparire. I reni danno vita al jing, dal jing nasce il midollo, il midollo rafforza le ossa e giunge al cervello, e il cervello è il mare del midollo. Una debolezza dei reni si traduce in un vuoto del midollo, il vuoto del midollo determina debolezza delle ossa, la debolezza delle ossa determina dolore e fastidi a livello di lombare e ginocchia, e poi: i denti cadono, l'osteoporosi aumenta, ci sono protrusioni dei dischi intervertebrali, infiammazioni alle articolazioni, cervicalgie; fino ad arrivare a: vertigini, tinnito, smemoratezza, lentezza nei riflessi, forza del jing che non scende, caduta dei capelli, rughe cutanee, ed altre manifestazioni. Quando lo yang dei reni è in deficit, nell'uomo si manifestano: impotenza, eiaculazione precoce, polluzioni notturne; nelle donne invece appaiono: leucorrea, cicli mestruali non regolari, dismenorrea, impossibilità di concepire, etc.

La medicina cinese ritiene che la debolezza dei reni sia l'origine delle malattie del corpo umano e che la cura di molte malattie degli organi interni sia da cominciare a partire dalla tonificazione dei reni. Nella medicina cinese c'è una formula in versi che fa così: “Malattia del fegato: per primo regola i reni, malattia dei reni: per primo regola i polmoni, malattia dei polmoni: per primo regola il pancreas, malattia del pancreas: per primo regola il cuore, malattia del cuore: per primo regola il fegato”.

 

Leggi tutto...

Qualche appunto su Yiyuanti e il Neiye di Guanzi

Mar20Set2016

Qualche appunto su Yiyuanti e il Neiye di Guanzi

 

“La stabilità caratteristica di yìyuántǐ 意愿体 determina la sua abilità di riflettere gli oggetti esterni nel loro aspetto reale. La sensibilità della qualità del riflesso di yìyuántǐ 意愿体 è determinata dal suo grado di xū líng míng jìng 虚灵明静. Quest’espressione descrive la chiarezza di yìyuántǐ 意愿体. Xū significa vuoto ma non completamente, líng si riferisce all’immediatezza di yìyuántǐ 意愿体 nel ricevere e inviare e informazioni, míng siginfica puro, luminoso, e jìng quieto.

Questa chiarezza di yìyuántǐ 意愿体 dipende dalla qualità e dalla quantità di qì che lo nutre, così come dalla sua caratteristica di stabilità. Lo stato xū líng míng jìng 虚灵明静 è intensificato dal movimento (inteso sia come moto del corpo che attività mentale) fluido e regolare, compreso il pensiero calmo, mentre è disturbato dal movimento incongruente, come il panico. Nel momento di disturbo, il movimento calmo e regolare può aiutare a equilibrare il movimento irregolare e quindi ridurre il disturbo stesso. Alcuni metodi tradizionali di qìgōng 气功 cercano di ridurre il disturbo di yìyuántǐ 意愿体 svuotando la mente ed eliminando il pensiero, ma questa non è la strada più semplice da cui cominciare: per questo il Zhìnéng Qìgōng 智能气功 enfatizza la regolare attività del movimento.”

Da Pàng Míng 庞明, La teoria olistica Hùnyuán 混元, 1994. Traduzione A. Carloni

 

Leggi tutto...

Zhítuī zuò 直腿坐 - seduti con le gambe distese V

Ven22Lug2016

Zhítuī zuò 直腿坐 - seduti con le gambe distese V

 

Zhítuī zuò 直腿坐 - seduti con le gambe distese (quinta parte)

tradotto dal cinese da Amanda Carloni

 

I punti salienti del metodo di rilassamento seduti con le gambe distese per il rilassamento della vita

 

Rilassare la vita è un esercizio fondamentale nel Tàijíquan 太极拳 e costituisce anche il contenuto basilare della pratica stessa. Il Tàijíquan 太极拳 in ogni suo aspetto attribuisce grande importanza alla vita e trascendendo la Via marziale diventa una Via per l’immortalità. Il metodo di rilassamento seduti con le gambe distese approfondisce ulteriormente la pratica del rilassamento della vita: si tratta di un metodo di pratica che procede dal livello di gōng verso il livello di dào 1, la base più importante su cui costruire la propria abilità. Allenando questo si verificheranno mutamenti sia nella forma esterna del corpo che nel qì all’interno.

Il metodo di rilassamento seduti con le gambe distese risolve il problema del “qì che aderisce alla spina dorsale”

La Canzone dell’unione del cuore dice che ci sono 33 soldati, di cui la vita è il primo generale, il collo il secondo e il cuore il terzo. Il dāntián 丹田 è il primo ausiliario, le mani il secondo e i piedi il terzo. Primo secondo e terzo qui si riferiscono agli stadi della pratica. Nel primo stadio è necessario rendere la vita il comandante, utilizzando il dāntián 丹田 per coadiuvare la vita: così facendo il qì si raccoglie nella zona lombare, il soldato e il comandante si riuniscono. La Canzone dell’unione del cuore afferma che la colonna lombare è il primo comandante, ma quando pratichiamo è innanzitutto la mente a guidare. In realtà non c’è contraddizione tra queste due.

Leggi tutto...

Zhítuī zuò 直腿坐 - seduti con le gambe distese IV

Ven08Lug2016

Zhítuī zuò 直腿坐 - seduti con le gambe distese IV

 

Zhítuī zuò 直腿坐 - seduti con le gambe distese (quarta parte)

tradotto dal cinese da Amanda Carloni

 

Quando si rilassa la vita è necessario aprire mìngmén 命门, in modo che diventi possibile muoverlo avanti e indietro e raccogliere da lì il qì all’interno (coordinando con la contrazione dell’addome). Il mesenterio nell’intestino tenue contiene molto qì estratto dagli alimenti: contraendo l’addome il qì postnatale degli alimenti e il campo di qì prenatale della Hùnyuán shénshì 混元神室 (sede del qì prenatale) si fondono in un qì che contiene l’informazione vitale di tutto il corpo.

Rilassando la vita il qì si raccoglie dentro la spina dorsale a rafforzare le funzioni dei nervi spinali (nervi sensoriali e nervi motori), rendendo possibile alla spina dorsale non solo il movimento in avanti e indietro ma anche quello di rotazione. Dunque possiamo affermare che il rilassamento della vita ha veramente la funzione di rafforzare il qì di tutto il corpo.

Nella pratica del Tàijíquán 太极拳 la vita è il perno fondamentale, ma la maggior parte dei praticanti è in grado solamente di muoverla ruotando in orizzontale come una macina. E’ necessario comprendere che se la vita è il perno centrale dei movimenti deve essere rilassata e aperta. Dopo che la zona lombare è aperta, le vertebre lombari e l’intera spina dorsale possono ruotare articolando ogni sezione. Quando si inizia a lavorare in questo modo, con le spalle, i gomiti e i polsi rilassati basta muovere la vita perché gli arti si muovano. Una volta sollevate le braccia il corpo ruota e le braccia ruotano di conseguenza, come una frusta che schiocca guidata dal movimento dell’impugnatura. Questo è il senso di muovere a partire dalla vita.

Leggi tutto...

Zhítuī zuò 直腿坐 - Seduti con le gambe distese III

Gio30Giu2016

Zhítuī zuò 直腿坐 - Seduti con le gambe distese III

 

Zhítuī zuò 直腿坐 - seduti con le gambe distese (terza parte)

tradotto dal cinese da Amanda Carloni

 

 

“La sorgente della vita è nelle reni”: questa frase è il punto chiave dalla “Canzone delle tredici figure”. L’espressione yāo xì 腰隙 indica sia gli spazi tra le vertebre lombari che il punto mìngmén 命门, tra la seconda e la terza vertebra lombare. Tra i due reni, davanti a mìngmén 命门, si trova la sorgente dello yuánqì 元气 (qì originario), la sede del qì prenatale chiamata Hùnyuán shénshì 混元神室. Il qì postnatale e prenatale si mescolano e si trasformano in questo luogo, dando origine al qì di tutto il corpo.

Nel Xìngmìng xuéshuō 性命学说 , xìng indica la mente, mìng invece indica il qì . Che cosa significa allora che la sorgente della vita è nelle reni? La chiave per comprendere il senso di quest’espressione è nel carattere zài (stare, trovarsi, esistere). Il luogo di origine del qì e della coscienza negli esseri umani si trova tra le lombari ed è mìngmén 命门, quando si pratica il 太极拳 tàijíquán yì (intenzione) e qì escono da lì. Questo non vuol dire pensare a 命门 mìngmén, ma che l’intenzione e il qì partono da 命门 mìngmén. Ma se 意识 yìshí (la coscienza) si trova nel cervello, com’è possibile che arrivi fino a laggiù? Questo va allenato. Per prima cosa si porta l’attenzione a mìngmén 命门, concentrando lì la mente, l’intenzione, il qì e la forma: quando si sono concentrati a sufficienza, allora possono esplodere raggiungendo tutto il resto del corpo da mìngmén 命门.

Leggi tutto...

Questo sito utilizza cookies al fine di migliorare la navigazione degli utenti. Proseguendo, l'utente dichiara di accettarne l'utilizzo Info