Bacheca News

20-27 agosto 2017
Vacanza-studio di Zhineng Qigong
sulle Dolomiti
con i maestri
Lu Zhengdao, Wang Lingling
e Ramon Testa
en it

Newsletter

* campi richiesti

Il movimento dello hùnyuán qì 混元气umano (4)

Ven23Giu2017

Il movimento dello hùnyuán qì 混元气umano (4)

 

 

Il processo hùnhuà 混化 dello hùnyuán qì 混元气 umano nelle interfacce interne (4)

 

tradotto da A. Carloni

 

Hùnhuà 混化 a livello dell’interfaccia esterna indica principalmente i processi che avvengono nello stomaco, negli intestini e nelle mucose, quei tratti rivestiti di membrane dove solitamente ha luogo il primo passaggio dello hùnhuà 混化 materiale. Mentre il cibo ingerito subisce il processo di hùnhuà 混化 nello stomaco perde le sue caratteristiche originarie: i fluidi digestivi lavorano la sostanza e il campo di hùnyuán qì 混元气 dello stomaco e dell’intestino fa lo stesso. Lo hùnyuán qì 混元气 originario del cibo è decomposto in piccole unità di vari livelli. Durante il processo digestivo, le sostanze esterne sono mischiate con lo hùnyuán qì 混元气 del corpo umano attraverso la loro scomposizione in parti assimilabili alle cellule del corpo. Per fare un esempio molto semplice, se il latte viene iniettato direttamente nei muscoli senza passare per l’apparato digerente causa febbre, ma se viene digerito il corpo lo assimila naturalmente e non si verifica nessun problema.

Lo hùnyuán qì 混元气dell’ossigeno assorbito attraverso i polmoni e il nutrimento assorbito dallo stomaco possono essere assimilate dal metabolismo umano solo dopo che il processo è avvenuto a livello cellulare. Per le cellule del corpo, il metabolismo sia energetico (di grassi e zuccheri) che materiale (sintesi e decomposizione delle proteine) è un processo di trasformazione complesso che coinvolge sia l’energia che la struttura materiale. Il metabolismo energetico, per esempio, coinvolge diversi tipi di enzimi, la cui produzione richiede a sua volta altri enzimi e così il processo diventa una casata di applicazioni di enzimi. Inoltre, il metabolismo cellulare non è influenzato solo da fattori genetici ma anche dagli ormoni e dal sistema nervoso. Non si tratta di un processo semplice ma di una reazione hùnhuà 混化 sistematica e a catena.

Leggi tutto...

Il movimento dello hùnyuán qì 混元气umano (3)

Lun12Giu2017

Il movimento dello hùnyuán qì 混元气umano (3)

 

Il movimento hùnhuà 混化 dello hùnyuán qì 混元气 umano.

tradotto  da A. Carloni

I tre meccanismi di apertura/chiusura, dentro/fuori e raccogliere/disperdere costituiscono il fondamento per il meccanismo di trasformazione. Questo accade sia sulla superficie che all’interno dei tessuti. Alcune trasformazioni avvengono a livello materiale, coinvolgendo le macromolecole delle sostanze, mentre altre accadono a livello del qì invisibile. La hùnhuà 混化 materiale di solito accade in alcune parti precise del corpo come per esempio gli intestini, mentre la hùnhuà 混化 immateriale accade in tutta l’entità olistica.

Leggi tutto...

Il movimento dello hùnyuán qì 混元气umano (2)

Gio25Mag2017

Il movimento dello hùnyuán qì 混元气umano (2)

 

tradotto dal cinese da A. Carloni

 

I movimenti di aprire/chiudere, entrare/uscire, raccogliere/ disperdere all’interno dei tessuti

Il corpo umano è un sistema composto da vari livelli. Nella scienza medica moderna è diviso in diversi sotto sistemi, ciascuno a sua volta ripartito in organi, tessuti e cellule. Anche la teoria olistica hùnyuán 混元 suddivide l’intero hùnyuán 混元 in vari livelli o sotto sistemi. Ogni sotto sistema appartiene all’unità ma è piuttosto indipendente e dotato delle proprie interfacce morfologiche. I tessuti e gli organi, per esempio, sono avvolti dalle membrane, come le ossa, i muscoli, i nervi, i vasi sanguigni e anche le cellule. Anche i nuclei e i mitocondri sono ricoperti da membrane. Queste membrane costituiscono le interfacce tra l’oggetto e l’ambiente e quindi è in esse che hanno luogo i movimenti di aprire/chiudere, entrare/uscire e raccogliere/disperdere. La forza di questi movimenti deriva fondamentalmente dai cambiamenti di intensità nello hùnyuán qì 混元气 causati dal metabolismo dei tessuti. Per esempio, anche se le cellule e le loro reazioni biochimiche differiscono le une dalle altre, tutte comunque utilizzano la membrana cellulare per preservare la loro individualità nell’ambiente. E allo stesso tempo le cellule si connettono all’ambiente tramite i movimenti dello hùnyuán qì 混元气 attraverso le stesse membrane. Quando la pressione dello hùnyuán qì 混元气 all’interno della cellula è alta, la membrana cellulare si apre e il qì lascia la cellula per unirsi allo hùnyuán qì 混元气 dell’intero corpo.

Leggi tutto...

Il movimento dello hùnyuán qì 混元气umano (1)

Ven12Mag2017

Il movimento dello hùnyuán qì 混元气umano (1)

 

tradotto dal cinese da Amanda Carloni

 

I quattro tipi di movimento dello hùnyuán qì 混元气 – aprire/chiudere, dentro/fuori, raccogliere/ disperdere e trasformare- possono essere suddivisi in due parti: la prima comprende aprire/chiudere, dentro/fuori, raccogliere/disperdere e la seconda è huà , trasformare. Il primo gruppo di movimenti tende alla trasformazione e crea le condizioni perchè essa abbia luogo, mentre huà è la trasformazione stessa. In realtà non c’è distinzione tra essi e nessun tipo di movimento può esistere senza gli altri.

I movimenti di aprire/chiudere, dentro/fuori, raccogliere/ disperdere dello hùnyuán qì 混元气umano

Questi tre movimenti avvengono su due livelli: sull’interfaccia che separa il corpo umano dal mondo esterno e all’interno, dentro i tessuti e tra di essi. I movimenti dello shén e del qì si manifestano attraverso xíng (la forma, il corpo), e quindi descriveremo questi movimenti dall’aspetto del corpo.

I movimenti dello hùnyuán qì 混元气 nelle zone di contatto tra il corpo e l’esterno.

Leggi tutto...

Il dàodé 道德 è il fondamento interno dell’essenza umana (7)

Ven28Apr2017

Il dàodé 道德 è il fondamento interno dell’essenza umana (7)

 

La relazione tra dàodé 道德 e pratica del qìgōng 气功 (seconda parte)

Tradotto dal cinese da Amanda Carloni

 

 

Il classico daoista Guǎnzi 管子Nèiyè 内业 riporta:

“Quest’energia vitale quindi non può essere fermata con la forza, ma può essere assicurata dal dé .

Non può essere descritta dalla parola, ma può essere accolta dalla consapevolezza. Conservarla con rispetto e non perderla: questo si chiama coltivare il dé . Si trova nella quiete, si perde con le preoccupazioni. Viene e va. E’ infinitamente sottile e infinitamente vasta, tanto da non poter essere misurata. Si disperde a causa delle preoccupazioni. Se la mente è calma. Il dào sarà naturalmente stabile.”

Questa citazione ci dice che il Dào è ovunque. Quando arriva nel corpo può nutrire il corpo e la mente. Ma non si può trattenere con la forza. Si può solo rimanere con esso attraverso il dé . Questo dé non è inteso in senso sociale ma indica l’obiettivo della pratica, uno stato di assenza di sé, uno stato caratterizzato da benevolenza e rispetto in una mente senza confini, uno stato di interezza. E così quando le persone si trattano reciprocamente con un cuore benevolente, rispettoso e pacifico, allo stesso tempo il loro cuore è riequilibrato. Ci si connetterà naturalmente con il dào ricevendone i benefici. Gli esseri umani non riescono a connettersi con il dào a causa dei disturbi emotivi. Zhuāngzi 庄子 scrive:

“Fama e fortuna, desiderio e conoscenza, emozioni forti di ogni genere, il colore e l’aspetto delle cose e i principi, tutto questo porta errore nel cuore. Dolore, preoccupazione e rabbia concorrono ad abbassare il tuo livello di dé insieme a quello della tua saggezza. Dimora nella quiete senza tutto questo nel tuo petto. Allora sarai onesto e retto, la quiete sarà chiara e limpida e la chiarezza sarà vuota. Se sei vuoto allora non vorrai fare tutto ma sarai in grado di fare qualsiasi cosa, naturalmente e bene. Questo è il wúwéi 无为.”

Leggi tutto...

Questo sito utilizza cookies al fine di migliorare la navigazione degli utenti. Proseguendo, l'utente dichiara di accettarne l'utilizzo Info