Bacheca News

10-12 giugno 2016
Workshop  di
Zhineng qigong 
con Irma Van Tuil e
Ramon Testa
en it

Newsletter

* campi richiesti

Gli effetti del Qigong sul corpo

Gio21Apr2016

Gli effetti del Qigong sul corpo

La pratica del qigong rimette in equilibrio l'aspetto yin-yang nel corpo, armonizza qi e sangue, ripulisce il sistema dei meridiani, accumula il qi interno e rafforza la vita. I vecchi e i deboli diventano forti, mentre i malati guariscono. Tutto ciò è stato provato da milioni di praticanti e perfino dalla scienza medica.

(i) L'effetto sul sistema nervoso. La pratica di qigong può riparare e regolare il sistema nervoso. Durante la pratica l'elettroencefalogramma mostra un aumento delle onde α che si irradiano dal lobo occipitale situato posteriormente verso la parte anteriore con concentrazione sul lobo frontale. E ciò è diverso da quando le onde α si concentrano nel lobo occipitale perché siamo a riposo con gli occhi chiusi. L'emisfero sinistro e destro si sincronizzano e questo è segno che le funzioni del cervello sono diventate più ordinate. Questo regola il sistema nervoso involontario e migliora la funzione di percezione per reagire intuitivamente e pensare in modo sistematico.

Nei primi anni del 2000, Richard Davidson dell'Università del Wisconsin nella città di Madison ha usato le tecniche del “brain imaging”1 per mostrare che la meditazione sposta l'attività del cervello nella corteccia prefrontale (proprio dietro la fronte) dall'emisfero destro all'emisfero sinistro. La sua ricerca lascia intendere che attraverso una meditazione regolare il cervello si volge da una modalità di stress ad una di accettazione, un cambiamento che aumenta l'appagamento. Le persone che hanno un'indole negativa hanno un'attività cerebrale nella parte prefrontale destra, mentre le persone con attività cerebrale nella parte prefrontale sinistra hanno più entusiasmo, più interessi, sono più rilassate e tendono a essere più felici.2

(ii) L'effetto sulla circolazione del sangue

La pratica del qigong migliora la circolazione sanguigna del cuore, dei vasi e dei capillari abbassando il livello di estradiolo nel sangue: segno di un effetto anti-età.

(iii) L'effetto sul sistema respiratorio

Durante la pratica il consumo di ossigeno e l'espulsione di anidride carbonica diminuiscono entrambi. Questo riduce i cicli respiratori al minuto e migliora significativamente la funzione polmonare. Nel 1967 il Dr. Herbert Benson, professore alla Scuola medica di Harvard condusse uno studio su 36 praticanti di meditazione trascendentale scoprendo che quando erano in meditazione queste persone consumavano il 17% in meno di ossigeno e i loro cuori rallentavano il battito. E con un minor uso di ossigeno c'era anche una minor produzione di anidride carbonica. Il qigong è ecologico!

(iv) L'effetto sul sistema digestivo

La produzione di saliva e dei succhi gastrici aumenta. La motilità intestinale aumenta. La funzione digestiva ne risulta migliorata.

(v) L'effetto sul sistema endocrino

La ghiandola pituitaria e tutto il tessuto ghiandolare endocrino vengono regolati. Ad esempio i livelli metabolici di adrenalina e noradrenalina si abbassano, i livelli dell'ormone della crescita si riducono e si abbassa anche il livello di colesterolo della lipoproteina a bassa densità LDL, etc. Ci sono molti resoconti clinici di malati di diabete, ipertiroidismo, amenorrea e altri disturbi endocrini guariti con la pratica del qigong.

Leggi tutto...

Qigong: cosa contraddistingue una pratica di alto livello?

Mar12Apr2016

Qigong: cosa contraddistingue una pratica di alto livello?

Il Zhineng Qigong non tenta di concentrare la mente per ricercare la pace interiore o l'assoluta tranquillità. E nemmeno tenta di concentrare la mente sui percorsi del sistema dei meridiani per muovere il qi lungo alcuni tragitti (il metodo orbitale – zhoutian). Il Zhineng Qigong pone l'attenzione sull'uso cosciente della mente al fine di mantenere la concentrazione sull'esecuzione degli esercizi. Ciò vuol dire rimanere concentrati sulla relativa area mentre si eseguono le tecniche. Accoppiando l'attività mentale ai movimenti corporei si favorisce il mescolamento del qi corporeo con il qi primordiale e ciò rafforza la connessione fra uomo e natura.

Alcuni potrebbero dire che una pratica con la mente concentrata solamente sui movimenti, senza che si presti attenzione al qi, non può considerarsi qigong. E' tuttavia vero il contrario. Questo metodo soddisfa i requisiti dell'antica pratica di qigong ed anche i requisiti di una pratica di alto livello. Fondamentalmente le normali attività degli esseri umani sono composte di attività mentali e fisiche con una naturale partecipazione del qi in esse. Le forme tradizionali richiedono ai praticanti di rimanere calmi e in quiete. Ciò significa due cose: rimanere con una mente vuota e consapevole. Nel linguaggio moderno ciò vuol dire che le onde cerebrali non sono in una condizione di eccitazione o di inibizione, ma piuttosto sono in una condizione ordinata e sistematica. Quando la mente rimane concentrata l'attività cerebrale diventa ordinata.

Nei più alti livelli di allenamento, il qigong sottolinea decisamente l'importanza di unificare la mente col corpo fisico. Il famoso e grande maestro di qigong Bai Yuchan (nato nel 1194 d.C.) indicò questo come la più alta forma di allenamento. Egli disse: «l'unione di corpo e mente forma il frutto alchemico» (intendendo un alto conseguimento nella pratica). Da queste parole risulta chiaro che anche senza concentrarsi su certi “centri di qi”, senza praticare certi esercizi respiratori, l'unificazione della mente col corpo è un livello alto di pratica.

Leggi tutto...

L'insegnamento nel qigonq ovvero perché non è sufficiente imitare il maestro

Mar05Apr2016

L'insegnamento nel qigonq ovvero perché non è sufficiente imitare il maestro

L'insegnamento attraverso la mente

Nel passato i maestri di alto livello non avevano bisogno di parlare ai discepoli avanzati che erano mentalmente e fisicamente in salute. Il discepolo poteva comprendere l'insegnamento solamente attraverso la trasmissione dei pensieri. Questo metodo di insegnamento era tuttavia molto raro: nemmeno uno o due discepoli fra migliaia. Nel Zhineng Qigong l'insegnamento attraverso il campo di qi è sullo stesso piano dell'insegnamento che avviene tramite la mente. Prima di condurre qualsiasi attività, l'insegnante crea un campo di qi unificato unendo il qi esterno al qi dei partecipanti.

Ciò risulta essere molto efficace e può essere fatto con decine, centinaia o addirittura migliaia di persone. Quando l'insegnante dà un ordine i partecipanti sono in grado di percepire i cambiamenti interni. Ad esempio se un insegnante durante un discorso si concentra sull'aumentare di grandezza le mani, le mani dei partecipanti aumenteranno di dimensione. In un campo di qi formato per l'insegnamento se l'insegnante visualizza l'esecuzione degli esercizi, gli studenti saranno facilitati nell'esecuzione di tali esercizi. L'effetto del campo di qi è simile all'effetto magnetico di un magnete (l'insegnante) su delle barrette di ferro (gli studenti). Nelle mani degli insegnanti questo è un metodo molto efficace per aiutare il progresso degli studenti. Di conseguenza il Zhineng Qigong raccomanda l'allenamento in gruppo piuttosto che individualmente. Dal momento che la creazione del campo di qi avviene con la mente, questo metodo ricade perciò nella categoria dell'insegnamento attraverso la mente, anche se a un livello elementare.

La formazione di un campo di qi come si pratica nel Zhineng Qigong è una tecnica nuova e particolare per l'insegnamento e la guarigione. E' stata sviluppata a partire dallo studio dei metodi tradizionali con cui i maestri guidavano gli studenti nella pratica o gestivano i pazienti per ottenere un miglior risultato nella guarigione, con l'aggiunta di conoscenze moderne.

L'insegnamento nel passato

Quando nei tempi antichi le attività rurali avvenivano su ridotta scala per soddisfare i bisogni di una singola famiglia, il qigong si tramandava all'interno della famiglia o da persona a persona. Il detto comune nell'insegnamento del qigong era quindi: “l'insegnamento non dovrebbe giungere a sei orecchie”, intendendo che l'insegnamento doveva essere trasmesso da persona a persona. In queste condizioni non c'era il bisogno della creazione di un campo di qi. Tuttavia, oggi, il mondo in cui la produzione di massa e le grandi società sono la norma è completamente diverso. Lo scambio di informazioni avviene a un ritmo elevato. Queste cose promuovono indirettamente lo sviluppo di un insegnamento attraverso la formazione di un campo di qi. L'insegnamento attraverso il campo di qi facilita gli sforzi del Zhineng Qigong nel raggiungere la gente. L'insegnamento attraverso la mente è una pratica di alto livello e l'apertura a un pubblico vasto è un bisogno attuale. La principale caratteristica del Zhineng Qigong è di unire questi due aspetti.

Nel passato a causa di bassi livelli di civilizzazione, di uno scarso sviluppo della scienza e di mancanza di un vocabolario adeguato la teoria del qigong risultava di difficile esposizione. Per gli insegnanti era difficile insegnare e altrettanto difficile era per gli studenti apprendere. Gli antichi maestri per esempio definivano la “coscienza” come “senza conoscere lo yin e lo yang”, una spiegazione difficile da afferrare. Gli aspetti di yin-yang, delle cinque fasi, degli otto trigrammi, dei tronchi celesti, dei rami terrestri e così via, non sono facili da descrivere. E per evitare inutili fraintendimenti e confusione i maestri si concentravano per lo più sull'allenamento fisico. In fine il praticante, con il miglioramento della sua condizione mentale e fisica, era in grado di notare e fare esperienza dei cambiamenti di qi nel corpo come riportato dagli insegnamenti. E il praticante quindi poteva basarsi su quella comprensione per l'allenamento e i progressi successivi. Questo evento era conosciuto come “la vera pratica inizia solo dopo la realizzazione”, che voleva dire che prima della comprensione di teorie e principi la pratica seguiva principalmente delle direttive alla cieca, e solo dopo la comprensione della vera essenza l'allenamento diventava veramente significativo. Il metodo antico di insegnamento è lento e inappropriato per la società moderna e per giunta i più alti livelli di educazione nella società moderna hanno permesso ai praticanti di comprendere gli insegnamenti di qigong più prontamente. Il Zhineng Qigong quindi sottolinea l'eguale importanza di teoria e pratica. Il Zhineng Qigong è fondato sulla caratteristica Teoria olistica hunyuan e per insegnare correttamente è necessario comprendere questa teoria.

Leggi tutto...

I fondamenti del qigong. Teorie semplici e complicate

Mar29Mar2016

I fondamenti del qigong. Teorie semplici e complicate

 

Esistono molte varietà di qigong, e ognuna di queste ha proprie teorie e propri principi che a loro volta hanno portato alla creazione di diverse forme di allenamento. Quelle varietà che per fortificare il corpo si basano sul principio di yin-yang danno importanza al bilanciamento dello yin e dello yang (i tipi di qi positivo e negativo). Quelle che si fondano sui Tre Elementi (sancai) danno importanza ai tre aspetti della vita: essenza (jing), qi e mente (shen); e con più di duemila anni di pratica le forme daoiste di qigong hanno dato prova di essere molto efficaci. Quelle che si basano sulle cinque fasi (wuxing) danno importanza al lavoro sui cinque organi interni perché degli organi interni in salute portano a un corpo in salute. Quelle che si fondano sugli otto trigrammi (bagua) concentrano il loro allenamento sui meridiani straordinari (qi jing ba mai); e questo allenamento regola il flusso di qi e sangue nel corpo al fine di migliorare la salute.

Altre forme di qigong più complicate si fondano sui meridiani e sui collaterali o persino si fondano sui vari tipi di qi (il qi di diversi tipi di materia, come il qi delle piante ad esempio). Ci sono inoltre altre forme che sono disegnate per particolari tipi di malattia. Esiste un tipo di qigong che raccoglie il qi degli alberi facendo uso di diversi tipi di albero per i diversi organi. Ad esempio il gingko è in relazione al cuore, la quercia ai polmoni e così via. Sarebbe allora un bel problema se non fosse disponibile l'albero giusto per il praticante di questo tipo di qigong! Coloro che praticano le cinque fasi devono lavorare differentemente su ogni singolo organo e il lavoro su ogni singolo organo è di nuovo suddiviso in nutrimento, dispersione e sostenimento. Ciò vuol dire che per lavorare con i cinque organi interni la pratica necessita di quindici esercizi per ogni diversa condizione del rispettivo organo e questo può portare facilmente in confusione.

Gli esseri umani sono la forma più elevata di creatura del mondo e lo hunyuan qi degli esseri umani è di livello più alto. In natura ci sono varie forme di qi. Gli alberi hanno il loro qi, le montagne e i fiumi hanno anch'essi il proprio qi. Nel Zhineng Qigong non ci interessa questo tipo di qi perché ci concentriamo solamente sullo hunyuan qi primordiale e sullo hunyuan qi umano. Ci concentriamo sull'assimilazione dello hunyuan qi primordiale perché è la più raffinata forma di qi nell'universo, il livello di qi che ha dato forma a ogni cosa nell'universo. Questo livello di qi è in grado di trasformarsi nei livelli di yin-yang, dei tre elementi, delle cinque fasi, degli otto trigrammi e praticamente in ogni tipo di qi dell'universo. Questa pratica del Zhineng Qigong non ha bisogno di essere modificata per adattarsi ai vari tipi di malattia. La pratica di qualunque forma del Zhineng Qigong regola l'equilibrio fra yin e yang, migliora il flusso di qi nei meridiani e nei collaterali e agisce quando necessario sugli organi interni. Come si suol dire «il qi appropriato blocca ciò che è dannoso».

Leggi tutto...

Il progresso nella pratica del qigong (aprire tianmu e tianmen)

Mar22Mar2016

Il progresso nella pratica del qigong (aprire tianmu e tianmen)

 

Tutte le forme di qigong condividono lo stesso obiettivo. Anche se forme diverse danno importanza ad aspetti diversi e sono fondate su teorie diverse, tutte mirano a migliorare la salute fisica e mentale dei praticanti. In generale potremmo dire che tutte le forme di qigong potrebbero essere considerate allo stesso modo un tipo di Zhineng Qigong. In ogni caso alcune forme si concentrano maggiormente sullo sviluppo dell'abilità mentale.

Molte forme tradizionali di qigong si concentrano sull'apertura del cancello celeste o tianmen per facilitare il progresso. Ci sono molti modi di aprire questo cancello del qi. In un metodo conosciuto col nome di “aprire la sommità” (kaiding) il maestro preme con le dita il punto corrispondente. Il “cancello celeste” è una zona a forma ovale che si trova sulla linea che congiunge baihui a xinmen. La zona esatta cambia leggermente da persona a persona. Dopo aver premuto il punto inizierà a pulsare. Con kaiding ci si riferisce essenzialmente al modo con cui il maestro di qigong invia il qi e l'informazione attraverso questa apertura. Questo avrà l'effetto di aprire il “cancello del qi” favorendo il flusso di qi e permettendo al discepolo di sviluppare l'abilità di percezione extrasensoriale. Questo è conosciuto come il metodo improvviso (dunfa). La scuola Vinaya e il buddhismo tibetano entrambi praticano questa tecnica. La pratica tibetana fa anche uso di un mantra la cui risonanza facilita l'apertura del “cancello del qi”. In epoca recente molti maestri hanno perso la capacità di usare il qi per aprire questo punto e così, durante la cerimonia in cui si ricevono i precetti (le regole e i regolamenti dei monaci), praticano una bruciatura con la moxa. Il dolore delle vesciche crea una pulsazione percepibile molto chiaramente in particolar modo durante i momenti di quiete come la meditazione. Dopo alcuni giorni la crosta delle vesciche sarà caduta, ma la pulsazione invece si svilupperà naturalmente.

Alcune forme praticano l'apertura del “terzo occhio”. Il maestro può inviare il qi verso il “terzo occhio” del discepolo allo scopo di aprirlo. Alternativamente l'apertura può avvenire attraverso la pratica personale una volta che il praticante abbia accumulato abbastanza qi da poter aprire questo punto dall'interno. Questo non-metodo non richiede l'aiuto di un maestro e viene chiamato “metodo graduale” (jianfa).

Leggi tutto...

Questo sito utilizza cookies al fine di migliorare la navigazione degli utenti. Proseguendo, l'utente dichiara di accettarne l'utilizzo Info